Sette interventi in provincia di Udine

Messa in sicurezza delle scuole: 2,4 milioni dalla Regione

Si tratta di risorse derivanti da rinunce e avanzi sul muto della Banca europea degli investimenti per il 2015. La soddisfazione di Santoro

Si mettono in sicurezza le scuole per gli studenti del Fvg (© Diaro di Udine)

UDINE - Ammontano a 2,4 milioni di euro le risorse derivanti da rinunce e avanzi sul muto della Banca europea degli investimenti per il 2015 e destinate dalla Regione alla manutenzione straordinaria di 8 edifici scolastici del Friuli Venezia Giulia.
«Anche questa volta - evidenzia l'assessore regionale al Territorio, Mariagrazia Santoro - siamo pronti ad avanzare proposte progettuali provenienti dal territorio per beneficiare di una nuova opportunità finanziaria a favore dell'edilizia scolastica».

«Come era prevedibile - conferma Santoro - nel corso delle procedure per l'assegnazione dei contributi sul Piano 2015 si sono liberate delle risorse importanti ed il Ministero ci ha chiesto all'inizio di questo mese di indicare i progetti finanziabili». "Grazie alla programmazione triennale e al piano annuale dell'edilizia scolastica - aggiunge l'assessore - abbiamo fornito una risposta immediata ed ora altre 8 scuole potranno essere migliorate».

Gli interventi finanziati sono l'adeguamento degli impianti nella scuola elementare Duca d'Aosta di Monfalcone (90 mila euro), l'efficientamento energetico della scuola materna di Villanova di San Daniele del Friuli (370 mila euro), l'efficientamento energetico della scuola media De Gasperi di Reana del Rojale (380 mila euro), la messa in sicurezza della scuola elementare Vanoni di Bicinicco (200 mila euro), la manutenzione straordinaria della scuola media di via Pranuf a Faedis (100 mila euro), l'adeguamento impianti della scuola elementare e media di via Udine a Martignacco (220 mila euro), l'adeguamento sismico della scuola materna La Caravella di Mereto di Tomba (287.359 euro) e il completamento della costruzione della nuova scuola elementare Ippolito Nievo di Premariacco (800 mila euro).