78-57 il risultato finale

Una Gsa da urlo conclude il 2016 schiantando la De Longhi Treviso

Miglior prestazione dell'anno per i ragazzi di coach Lardo davanti a oltre 2500 tifosi in festa

Bella vittoria della Gsa Udine (© Diario di Udine)

UDINE - Ultima partita casalinga del 2016 super per la Gsa Udine che sfodera la prestazione più convincente dell’anno ai danni della De Longhi Treviso giunta in Friuli con le stimmate della squadra da battere e con il primato in classifica da difendere. Con Vanuzzo e Castelli fuori, ma con Zacchetti e Truccolo finalmente nei ranghi, i bianconeri schiacciano Treviso già alla fine del primo quarto ed allungano ulteriormente nel secondo quarto davanti agli occhi increduli dei propri tifosi (oltre 500, calorosi e correttissimi) e del loro coach Pillastrini (che ha avuto anche un piccolo malore durante l’incontro). Strabilianti le prove dei due stranieri Okoye e Ray (autori rispettivamente di 23 e 27 punti), ma positive le prestazioni di tutta la squadra che in difesa non si è mai risparmiata sugli avversari.

Coach Lardo schiera come quintetto inziale Nobile, Ray, Okoye, Ferrari, Zacchetti. I primi minuti scorrono ad armi pari tra le due squadre, anche se la De Longhi mette la testa avanti quasi subito, con quattro punti di DeCosey ed il rimbalzo convertito a canestro di Ancellotti (4-10). Ma poi entra Pinton e la partita subisce una fortissima accelerazione a favore dei padroni di casa. Il veneto segna tre bombe e, con l’aiuto di uno straordinario Ray e di Cuccarolo, consegna a Udine un rassicurante 22-14 al primo parziale.

Nel secondo quarto ci si aspetta la reazione, veemente, di Treviso che però viene clamorosamente a mancare. Anzi, è Udine che allunga sospinta da Okoye che si fa sentire in difesa (ben 9 rimbalzi per lui già a metà partita) ed in attacco nonché da un Ray che, nei primi venti minuti, è in formato Boston Celtics e segna da due e da tre senza alcuna difficoltà. Nel frattempo Treviso è in bambola, si ostina a tirare (male) da tre punti (1/12 il computo nei primi 20 minuti) e butta via palloni a iosa in attacco. All’ennesimo (passaggio alla tribuna di Moretti), l’allenatore ospite Pillastrini ha un calo di pressione e lascia la panchina lasciando la guida tecnica al vice Tabellini. Intanto siamo già 35-14 per Udine con due liberi di Okoye e Ray, con l’ennesima tripla, dà il +24 per Udine con Treviso costretta a chiamare time-out. A parte il terzo fallo di Zacchetti, tutto gira per il verso giusto per la Gsa, Ray è indiavolato e segna tutti gli ultimi 11 punti per Udine. La tripla allo scadere del trevigiano Fantinelli rende solo leggermente amaro per la De Longhi un passivo pesantissimo a metà partita: 52-26 per i padroni di casa.

Il terzo è il quarto decisivo della partita perché Treviso, come era preventivabile, aggredisce la gara e riesce a trovare quei canestri che non aveva mai realizzato nei primi venti minuti, ma Udine, pur soccombendo nel parziale (13-21) tiene botta, non permettendo mai agli ospiti di tornare in partita. E nonostante qualche fischiata arbitrale non proprio favorevole ai padroni di casa. La De Longhi riesce ad arrivare a -16 dopo una tripla dell’ex Rinaldi (63-47) in finale di tempo, prima dei due canestri dalla linea del tiro libero di Ray precedenti l’ultima pausa.

Nell’ultimo quarto, Udine e Treviso sono più stanche, si segna poco e quel poco per Udine sia chiama Stan Okoye che insacca due triple da urlo, di cui una sulla sirena. Quando il punteggio lo permette e Treviso non può impensierire più, Lardo chiama prima Ray e poi Okoye in panchina per la meritata standing ovation. C’è allora il tempo per applaudire la tripla del giovane Gatto che, insieme a Diop, sta acquistando sempre più minutaggio e fiducia. Non tutto il male (per i numerosi infortuni) viene per nuocere in casa Gsa!

G.S.A. Udine - De Longhi Treviso 78-57 (22-14, 52-26, 65-47)
G.S.A. Udine: Allan Ray 27 (6/10, 4/10), Stanley onyekachukwu Okoye 23 (6/10, 3/5), Mauro Pinton 12 (0/2, 4/6), Vittorio Nobile 5 (1/3, 0/0), Michele Ferrari 4 (2/5, 0/0), Gino Cuccarolo 4 (2/3, 0/0), Tommaso Gatto 3 (0/0, 1/2), Joel Zacchetti 0 (0/0, 0/0), Riccardo Truccolo 0 (0/1, 0/2), Ousmane Diop 0 (0/2, 0/1), Andrea Traini 0 (0/0, 0/1), Raphael Chiti 0 (0/0, 0/0). All. Lardo. Note: tiri liberi 8/14, tiri da due 17/36, tiri da tre 12/27.
De Longhi Treviso: Matteo Fantinelli 15 (2/2, 3/6), Jesse Perry 9 (2/6, 0/1), Tommaso Rinaldi 7 (1/5, 1/2), Davide Moretti 6 (1/4, 0/4), Andrea La torre 6 (1/2, 1/2), Andrea Ancellotti 4 (1/3, 0/0), Quenton Decosey 4 (1/2, 0/1), Andrea Saccaggi 2 (0/1, 0/7), Matteo Negri 2 (0/4, 0/0), Federico Poser 2 (1/1, 0/0), Dorde Malbasa 0 (0/0, 0/0). All. Pillastrini. Tiri liberi 22/29, tiri da due 10/30, tiri da tre 5/23.