L'intervento

Chiusure festive: "Sanzioni a chi ha aperto nonostante il divieto"

La richiesta arriva dal consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Cristian Sergo. "In questo momento la giunta Serracchiani ha la possibilità di dimostrare da che parte sta"

Il Movimento 5 Stelle chiede alla giunta regionale di essere rigida (© Diario di Udine)

UDINE - «In questo momento la giunta Serracchiani ha la possibilità di dimostrare da che parte sta. Dopo aver avuto un parere favorevole dal Tar, ci aspettiamo che siano giustamente sanzionati tutti i negozi che in spregio alla
norma regionale hanno deciso di rimanere aperti sia il 1 novembre che il 26 dicembre»
, spiega il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Cristian Sergo.

«Se fossero erogate le multe minime previste dalla legge o non venissero proprio sanzionati i trasgressori, allora inizieremmo a chiederci a che gioco stiamo giocando. Era abbastanza chiaro a tutti - rimarca Sergo - che, anche prevedendo il pagamento di una sanzione, sarebbero potuti stare aperti solo i grandi negozi, non certo i piccoli che non possono affrontare le consistenti spese legali per presentare i ricorsi. La grande distribuzione, invece, ha dimostrato di avere i mezzi per resistere a quanto previsto dalla legge regionale, in attesa di conoscere l'esito dell'impugnazione del Governo».

«Sarebbe abbastanza triste, per non dire altro, se il risultato di tutto questo si trasformasse in un incasso sicuro per i negozi che han deciso e potuto comunque rimanere aperti, a discapito di una piccola distribuzione che doveva esser favorita dalla norma e invece si vede ulteriormente penalizzata. Pertanto depositeremo un'interrogazione - conclude il portavoce pentastellato -  per sapere quanti e quali multe sono state erogate in tutta la regione nei confronti di chi ha violato la legge».