Indagano i carabinieri di Latisana

Rapina alla Despar di Carlino: bottino da 3 mila euro

Un uomo con il volto travisato e una pistola in pugno, è entrato in azione minacciando le cassiere e facendosi consegnare i soldi prima di dileguarsi

Rapina in un supermercato di Carlino (© Diario di Udine)

CARLINO – L’arresto di due rapinatori da parte dei carabinieri di Udine non è bastato per fermare l’escalation di rapine sul territorio friulano. L’ultimo colpo è stato messo a segno venerdì sera alla Despar di Carlino, dove un uomo con il volto travisato e una pistola in pugno, è entrato in azione minacciando le cassiere e facendosi consegnare 3 mila euro. A quel punto è fuggito a bordo di un’auto su cui, probabilmente, si trovava un complice.

La rapina è avvenuta attorno alle 19.30, orario di chiusura del supermercato. Le modalità di azione (uomo da solo con cappuccio in testa e sciarpa sugli occhi) sono le stesse degli ultimi colpi messi a segno nella Bassa friulana. La coppia di padre e figlio finite in manette qualche giorno fa, invece, sarebbe responsabile solo dei colpi messi a segno a Udine e nell’hinterland.

Le indagini sono state affidate ai carabinieri della Compagnia di Latisana, che già nella serata di venerdì hanno organizzato una serie di posti di blocco per tentare di intercettare il rapinatore.