6 marzo 2021
Aggiornato 15:30
legge di riconoscimento istituzionale per la promozione

Codega, l'economia solidale va sostenuta e valorizzata

Logica dello scambio locale, della solidarietà, della democrazia, del risparmio energetico, del turismo responsabile e sostenibile; occasione di incontro e di scambio di buone pratiche

PORDENONE - «I settori dell'economia solidale, che risponde a canoni ben diversi da quelli dell'economia di mercato dominante, vanno sostenuti e in questo senso si inserisce positivamente una legge di riconoscimento istituzionale che possa accompagnarne la promozione». A dirlo è il consigliere regionale del Pd Franco Codega in merito alla presentazione in II Commissione del progetto di legge per la valorizzazione e la promozione dell'economia solidale.
L'iniziativa, commenta Codega, «è in gestazione da ormai più di due anni; sollecitata da diverse realtà e comunità di base, finalmente è approdata in commissione».

L'economia solidale comprende la produzione di prodotti agricoli e agroalimentari biologici, i gruppi di acquisto solidali, le botteghe del commercio equo-solidale, le pratiche di risparmio energetico, il turismo responsabile e sostenibile, il consumo critico e responsabile, le banche del tempo.

«La legge dà dunque un riconoscimento istituzionale a questi settori di economia che privilegiano la logica dello scambio locale, della solidarietà, della democrazia; vuole costruire una governance del fenomeno a livello regionale in cui le occasioni di incontro e di scambio di buone pratiche si trasformino in incentivo all'estendersi dell'economia solidale stessa».
Infine, conclude Codega, «offre anche incentivi concreti per favorire lo sviluppo delle comunità che se ne fanno portatrici. Auspichiamo un iter veloce di approvazione della norma».