21 luglio 2017
Aggiornato 12:30
Tutto è accaduto a metà dello scorso novembre

Dopo 20 anni di maltrattamenti lo denuncia: ora divieto di avvicinamento

Nella giornata del 16 gennaio, i militari della compagnia di Tarvisio, hanno dato esecuzione all’ordinanza di misura cautelare. L’uomo risulta ora indagato per i maltrattamenti nei confronti della moglie

Dopo 20 anni di maltrattamenti lo denuncia: ora divieto di avvicinamento (© AdobeStock | fabianaponzi)

TARVISIO – Sono stati anni di silenzio e di violenza. Oltre 20. Lei ha sempre taciuto i soprusi perpetrati dal marito a suo danno. Forse troppa paura, forse la speranza, in fondo al cuore, che potesse cambiare. Ma un giorno quello che accadeva dietro le mura domestiche è venuto fuori. La donna è stata costretta ad andare al pronto soccorso dopo le ennesime botte. Tutto è accaduto a metà dello scorso novembre. Sono stati i medici che l’hanno assistita a denunciare quanto accaduto agli uomini dell’Arma.

È così che è partita un’indagine da parte dei carabinieri
Quindi la prima denuncia, la donna non ce la fa più a sopportare le prepotenze del marito, un 67enne di Tarvisio. Dopo alcuni mesi di distanza, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Udine ha disposto un provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati abitualmente dalla donna e di divieto di comunicare con lei con qualsiasi mezzo.
Nella giornata del 16 gennaio, i militari della compagnia di Tarvisio, hanno dato esecuzione all’ordinanza di misura cautelare. L’uomo risulta ora indagato per i maltrattamenti nei confronti della moglie.