28 luglio 2017
Aggiornato 00:30
In piazzale Cella

Ugo Camici, piatti veloci, sani e genuini in città

La cottura dei cibi avviene rigorosamente sottovuoto, non ci sono fritti o alimenti congelati. E in vista della primavera prevista l'apertura del giardino interno

Una delle pietanze di Ugo Camici (© Diario di Udine)

UDINE - Genuinità e ricerca. Ecco le parole d’ordine del ristorantino ‘Ugo Camici’ di piazzale Cella, dove la ristorazione fa rima con innovazione e futuro della gastronomia. E dove, giorno dopo giorno, piovono i consensi di quanti sono a caccia di piatti preparati sul momento e che sono cucinati sottovuoto per esaltarne i sapori.

Cottura sottovuoto e niente fritti
I piatti unici – che rappresentano una costante dell’offerta culinaria - contengono proteine, carboidrati e vitamine in un mix che ne esalta proprietà e prelibatezza. La cottura rigorosamente sottovuoto, oltre a incontrare sempre più favori di quanti puntano sempre più sulla qualità del cibo, è una novità assoluta che si sposa, tra l’altro, con un atro dato di non secondaria importanza, e cioè che da ‘Ugo Camici’ non esistono i fritti. Non solo, ma nessun prodotto è congelato. In questo ristorantino, infatti, non ci sono freezer.

Garantita l’integrità dei cibi
Tornando alla cottura, quella sottovuoto non è certo una moda, ma il frutto di ricerche scientifiche sulle nuove frontiere gastronomiche. Da ‘Ugo Camici’, la cottura al di sotto dei 70 gradi fa sì che tutte le proprietà siano mantenute integre così pure le vitamine che diversamente verrebbero volatilizzate. Inutile aggiungere che questo tipo di cottura esalta in maniera incredibile i sapori dei vari alimenti. Cibi che vanno a comporre i menu cambiati settimanalmente. Ma accanto a questo ci sono sempre nuove proposte, sia di carne sia di pesce.

Piatti veloci, sani e genuini
Insomma, il primo obiettivo che il locale aperto da Renato Mini e dallo chef Luca Adulenti – vale a dire l’offerta di piatti veloci, ma allo stesso tempo sani e genuini – è stato pienamente raggiunto al punto che ora ‘Ugo Camici’ ha in serbo altri progetti. Il più ambizioso riguarda il desiderio di aprire, sia in Friuli Venezia Giulia, sia fuori regione, altri locali che seguano questa stessa filosofia. In merito, trattive sono in corso da tempo e dovrebbero concretizzarsi nei prossimi mesi. A più breve termine, invece, il ristorantino potrà dotarsi di altre due aree per la consumazione: la prima situata nel giardinetto interno; l’altra che sarà sistemata sul piazzale antistante il ristorantino. Entrambe, dunque, saranno allocate all’aperto. Per chi invece ama calore e ambiente familiare potrà continuare a desinare all’interno del ristorantino, un vero e proprio ‘nido’ antico e moderno allo stesso tempo, rustico ma elegante, dove legno e ferro sono i protagonisti.