La proposta

Servizio idrico, Fontanini: “Per la montagna tariffe agevolate”

"Dopo aver dovuto accettare la trasformazione organizzativa, è giusto che almeno, alla montagna sia riconosciuto un trattamento di favore", sottolinea il presidente

Chiesti canoni agevolati per la montagna (© Adobe Stock)

UDINE - «Servizio idrico: istituire tariffe agevolate per la montagna». L’appello arriva dal presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini cui sono giungono segnalazioni su importi particolarmente onerosi per le bollette del servizio idrico in Carnia.

«Costi sensibilmente aumentati in alcuni casi e sostenibili con fatica dagli utenti - fa notare Fontanini -.Va ricordato al gestore qual è la tipologia di popolazione residente in Carnia: si tratta per la maggior parte di anziani con una disponibilità di reddito modesta cui vengono richiesti, per il costo del servizio idrico, oneri superiori rispetto a un consumo rimasto pressoché inalterato negli anni. Oneri – sottolinea Fontanini - attraverso i quali si sostiene una nuova organizzazione del servizio non più demandato, come in origine, alla gestione comunale. L’acqua è una risorsa preziosa per la Carnia e doveva essere gestita dal territorio", rileva Fontanini.

«Dopo aver dovuto accettare la trasformazione organizzativa, è giusto che almeno, alla montagna sia riconosciuto un trattamento di favore. Emblematico – conclude Fontanini – il caso di un 94enne di Rigolato che ha ricevuto una bolletta di 114 euro a copertura di un servizio idrico di 6 mesi. Acqua fornita dall’acquedotto che lui stesso ha realizzato a proprie spese».