Operazione dei carabinieri di Campoformido

Truffa da 120 mila euro ai danni di imprese venete: due denunce

I due si sono fatti consegnare dalle imprese macchine operatrici a fronte di stipule di contratti falsi e versando a titolo di deposito cauzionale degli assegni tratti da conti correnti estinti

Una delle macchine operatrici recuperati (© Carabinieri)

UDINE - I carabinieri della stazione di Campoformido, al termine di un’attività di indagine scaturita da una denuncia presentata dai legali rappresentanti di tre ditte venete, hanno identificato un 53enne della provincia vicentina e un 35enne del pordenonese che, a più riprese,hanno cercato di truffare i titolari delle aziende.

I due si sono fatti consegnare dalle imprese macchine operatrici a fronte di stipule di contratti falsi e versando a titolo di deposito cauzionale degli assegni tratti da conti correnti estinti.

I mezzi d’opera, per un valore complessivo di euro 120.000, sono stati ritrovati all’interno di un capannone in disuso della zona, di proprietà di una ditta estranea ai fatti, e posti sotto sequestro. I due soggetti sono stati denunciati in stato di libertà per le ipotesi di reato di truffa in concorso e invasione di terreni.