Sicurezza

Fermato un fuggiasco russo: è accusato di tentato omicidio, compravendita e detenzione di armi

Sembrava un normale controllo, uno dei tanti effettuati dagli agenti della IV Zona Polizia di Frontiera di Tarvisio alla barriera autostradale di Ugovizza

La Polizia di frontiera (© Polizia)

TARVISIO - Sembrava un normale controllo, uno dei tanti effettuati dagli agenti della IV Zona Polizia di Frontiera di Tarvisio alla barriera autostradale di Ugovizza. Sulla Porsche Macan con targa polacca fermata, però, viaggiavano due cittadini russi, A.B. di 41 anni e B.A. di 34 anni, privi di documenti.

Un caso? Non proprio, visto che su uno dei due soggetti pesava un mandato di cattura internazionale emesso dalle Autorità russe per i reati di tentato omicidio, compravendita e detenzione di armi e falsificazione di targhe.

I due fermati sono stati quindi portati nella caserma della Polizia di Stato. Accertata tramite l’Interpol l’attualità del provvedimento, il personale del Settore Polizia di Frontiera di Tarvisio ha proceduto all’arresto del cittadino russo, mettendolo a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’estradizione verso lo stato russo.