Bianconeri in campo sabato alle 20.45

Delneri: "Positività, fiducia e credibilità in quel che facciamo"

Alla vigilia della seconda trasferta consecutiva, questa volta a Firenze, il tecnico bianconero Gigi Delneri ha analizzato il momento della squadra

Gigi Delneri (© Diario di Udine)

UDINE - Sabato alle 20.45 l'Udinece scenderà in campo al Franchi contro la Fiorentina. Un avversario ferito, dopo la scoppola rimediata con la Roma. «Tutte le partite hanno le loro difficoltà, però in campo si va con le idee chiare - commenta Gigi Delneri -. Il risultato di martedì non ci deve illudere sulle reali potenzialità della Fiorentina. Dovremmo giocarla al massimo, con attenzione e con l'idea di poter produrre un buon calcio. Loro hanno giocatori importanti, che possono fare la differenza. Hanno di tutto e di più».

L'Udinese è chiamato a fare meglio rispetto all'opaca prova contro il Chievo a Verona. «Noi vogliamo ripetere la prestazione mostrata col Milan, non quella di Verona. Si deve sempre partire dalle cose positive. Non siamo noi a determinare le partite, ma una serie di fattori, su tutti l'avversario, che può essere più forte, qualitativo o motivato. Quando andiamo a giudicare una partita, dobbiamo mettere in preventivo che non dipende soltanto da noi. Sabato - assicura Delneri - affrontiamo una squadra di alto lignaggio e va messo sul piatto della bilancia. Nel calcio c'è sempre un perché: nel calcio o attendi o imposti. Se giochi contro squadre di bassa classifica dovresti impostare, ma magari loro attendono e ti fregano come noi freghiamo le squadre di classifica più alta. Ripeto, nel calcio non c'è mai un 'non perché', ma sempre un perché. Noi preferiamo la ripartenza all'impostazione».