progetto docuscuele per gli insegnanti

Friulano a scuola: nasce il Centro di Documentazione, ricerca e sperimentazione didattica

Presentazione il 22 febbraio alle 16.30 nell’Auditorium Regionale a Udine. Pronti i primi volumetti per gli insegnanti. All'evento sarà presente anche l'assessore Loredana Panariti

UDINE - Grosse novità per l’insegnamento del friulano a scuola: Docuscuele, il neonato Centro di documentazione, ricerca e sperimentazione didattica nato da un’intesa tra Arlef (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane) e la Società Filologica Friulana, per volere dell’Assessorato regionale all’Istruzione e con il supporto dell’Ufficio Scolastico Regionale, muove infatti i primi passi. E sono già passi da gigante, visto che già al suo esordio mercoledì 22 febbraio alle 16.30, nell’auditorium della Regione Fvg in via Sabbadini, saranno già distribuiti a tutti gli insegnanti che interverranno alla presentazione del Centro 5 agili volumetti di unità didattiche in friulano già pronte e sperimentabili in ciascuna delle classi della scuola primaria.

'Marilenghe te scuele'
C’è molta attesa da parte degli insegnanti di tutti questi materiali, vista la costante domanda di insegnamento da parte delle famiglie che negli ultimi anni si attesta sul 73 per cento, e si parla di 43 mila studenti. 'Marilenghe te scuele', questo è il nome di questi fascicoli che riuniscono una serie di esperienze didattiche innovative, è un lavoro che offre ai docenti un concreto esempio di buone pratiche su cui innestare la propria personale creatività per dar vita a ulteriori sviluppi di insegnamento.

Battesimo del progetto
Proprio incentivare la diffusione di buone pratiche e il confronto fra gli insegnanti è il compito di Docuscuele, il cui battesimo sarà salutato a partire dalle 16.30 dagli interventi di tutte le istituzioni che hanno voluto con forza questo progetto: Loredana Panariti, Assessore all’Istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia; Pietro Biasiol, Dirigente titolare dell’Ufficio Scolastico Regionale; Lorenzo Fabbro, Presidente dell’Arlef; Federico Vicario, Presidente della Società Filologica Friulana. Alle 17, a presentare il Centro di documentazione per la Scuola friulana sarà Walter Tomada, Presidente del Comitato Tecnico di indirizzo del Centro. Di tale organismo fa parte anche Rosalba Perini, che a seguire introdurrà i 5 fascicoli di 'Marilenghe te scuele', spiegando in cosa consistono i percorsi didattici in lingua friulana studiati per ciascuna delle 5 annualità della scuola primaria. A partire dalle 17.30, alcuni modelli di unità didattiche verranno proposti agli insegnanti dai loro stessi autori: Miriam Pupini per la classe I, Giuliana Tommasini, Luigina e Cristina Santi per la II, Lorella Moretti e Sandro Fabello per la III, Nicola Tosolini per la IV e infine Monica Medeot per la V.

Per gli insegnanti l’iniziativa è valida ai fini della formazione Miur
A tutti gli insegnanti, oltre a una copia di 'Marilenghe te scuele', verrà rilasciato l’attestato di partecipazione all’incontro (l’iniziativa di formazione è accreditata in base alle Linee Guida del Miur 2016-2019).

Per questioni organizzative si prega di iscriversi mandando una email di conferma a: info@scuelefurlane.it

Il Centro di documentazione, ricerca e sperimentazione didattica per la scuola friulana è presso la sede della Società Filologica Friulana Palazzo Mantica, via Manin 18 - 33100 Udine | aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e su appuntamento tel. 0432.501598 (int. 5) | info@scuelefurlane.it