Cultura

Pordenonelegge.it e Fondazione Friuli: siglato l’accordo

La convenzione, di durata triennale, è stata firmata dai rispettivi presidenti, Giovanni Pavan e Lionello D’Agostini. Sarà operativa per le edizioni 2017, 2018 e 2019 e alimenterà nuovi e specifici percorsi culturali nel cartellone del festival

Pordenonelegge.it e Fondazione Friuli: siglato l’accordo (© Pordenonelegge.it)

UDINE – Il turismo culturale e la capacità di promuovere le energie intellettuali e artistiche insieme alle potenzialità attrattive del territorio - una ‘mission’ ampiamente testimoniata dalla Festa del Libro con gli Autori nelle sue 17 edizioni - sono alla base del nuovo accordo di partnership siglato a Udine tra Fondazione Pordenonelegge.it e Fondazione Friuli. La convenzione, di durata triennale, è stata firmata dai rispettivi presidenti, Giovanni Pavan e Lionello D’Agostini. Sarà operativa per le edizioni 2017, 2018 e 2019 di pordenonelegge e alimenterà nuovi e specifici percorsi culturali nel cartellone del festival.

Crescita culturale
«Siamo lieti di un accordo che concretizza l’obiettivo di un progetto culturale comune nell’ambito della Festa del Libro - ha dichiarato Giovanni Pavan, Presidente di Fondazione Pordenonelegge.it – L’accordo ci permetterà di individuare percorsi che attingono alla varietà dell’offerta editoriale, ogni anno più ricca alla Festa del Libro. E che si svilupperanno in scia con la vocazione di pordenonelegge, dove la proposta culturale è volano per le risorse produttive del territorio e permette di attrarre in città, a ogni edizione, decine di migliaia di visitatori: favorendo così circoli virtuosi di ricaduta economica su Pordenone e sull’intera regione. Ancora una volta, insomma, sostenere la cultura significa lavorare per la crescita culturale e socio-economica dell’intera comunità».

Pubblico vasto e trasversale
«Con le ultime modifiche statutarie - commenta il Presidente della Fondazione Friuli (già Fondazione Crup) Lionello D’Agostini - abbiamo deciso di cambiare tra l’altro anche la denominazione, ritenendo che il nome «Friuli» risulti sicuramente il più inclusivo e rappresentativo – dal punto di vista storico, geografico, etnico e culturale – delle molteplici realtà di cui è composto il territorio delle due province di Udine e di Pordenone. Ci pare questo un approccio – prosegue D’Agostini - che condividiamo con Pordenonelegge, e per questo abbiamo rinnovato la nostra partnership triennale, in quanto questa manifestazione, rivolgendosi a un pubblico vasto e trasversale, dimostra anno dopo anno di superare ogni logica localistica e campanilistica in nome di un obiettivo più elevato e nobile, che è quello di raccogliere sotto il suo tetto le forme più elevate, nobili e variegate della cultura regionale e internazionale». Pordenonelegge 2017, alla sua 18^ edizione, è in programma dal 13 al 17 settembre, ed è promosso da Fondazione Pordenonelegge.it a cura di Gian Mario Villalta (direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet.

Informazioni: www.pordenonelegge.it