Basket serie A2

A Bologna esordio per Mastrangelo e ritorno in campo di Pinton

Il general manager Micalich non si č limitato a piazzare il colpo in uscita, ma ha fatto arrivare Mastrangelo a Udine, guardia di Gemona del Friuli, impegnato nella prima parte della stagione in serie B con il basket Scauri

Il neo acquisto Daniele Mastrangelo (© Diario di Udine)

UDINE - Mercato protagonista in questa settimana per la Gsa Udine che continua a cambiare elementi del proprio roster. Salutato due settimane fa Cuccarolo, partito per la serie A destinazione Torino e dato il benvenuto al senagalese Fall, proveniente proprio dalla città piemontese, si registrano altri due movimenti in casa udinese. Martedì scorso l’ala Castelli, uno dei protagonisti della promozione in A2 dello scorso anno, si è accasato a Forlì, ultima in classifica e alla disperata ricerca di punti salvezza. I motivi dell’addio di Castelli, a lungo fuori per infortunio in questa stagione, sono almeno tre. In primis, c’è un motivo tecnico e cioè che la Gsa, pure senza di lui, è già copertissima nel reparto lunghi, forte di un pacchetto di cinque elementi. C’è poi un motivo economico: Forlì ha pagato a Udine un consistente buy-out per avere il giocatore. Il terzo è un motivo affettivo: Castelli ha la fidanzata toscana e, andando a Forlì, si avvicina alla città della sua dolce metà.

Il general manager Micalich, però, non si è limitato, neanche questa volta, a piazzare il colpo in uscita, ma ha fatto arrivare Daniele Mastrangelo a Udine, guardia nativa di Gemona del Friuli, impegnato nella prima parte della stagione in serie B con il basket Scauri.
Mastrangelo, che esordirà domenica nella trasferta contro la Virtus Bologna, andrà a rinforzare un reparto i cui elementi sono stati colpiti ripetutamente da infortuni. Contro i felsinei, infatti, mancherà, oltre a Truccolo, anche Allan Ray, fermato dal noto malanno all’anca, mentre farà il suo ritorno in campo Pinton.

Il gm Micalich così presenta il nuovo arrivato in maglia Gsa: «E’ un esterno molto dinamico, mancino, che dà grande energia. Ci può dare una bella mano, profondità alla panchina e qualità negli allenamenti. Prende in sostanza il posto di Truccolo, anche se è meno tiratore. Eppoi è udinese, una caratterista importante per noi».