Intervento dei carabinieri

Perde la testa perché non può più giocare con il videopoker: condannato a 5 anni

Il fatto è avvenuto nel 2012 a Cervignano con il giocatore incallito che prima aveva strappato la cassetta dove erano contenuti gli spicci al barista, causandogli delle lesioni. Cinque anni dopo è arrivata la sentenza

In manette un giocatore incallito di videopoker (© Adobe Stock)

CERVIGNANO - Se l'era presa perchè il barista non era stato abbastanza rapido a cambiargli una banconota in spiccioli. Così un giocatore di videopoker aveva perso la pazienza e, preso dall'ira, aveva aggredito l'incolpevole gestore del locale. 

Il fatto è avvenuto nel 2012 a Cervignano con il giocatore incallito che prima aveva strappato la cassetta dove erano contenuti gli spicci al barista, causandogli delle lesioni, poi aveva preso a schiaffi un amico dell'esercente intervenuto per difenderlo. Entrambi erano finiti al Pronto soccorso, mentre il giocatore era fuggito. Rintracciato dai carabinieri, era stato arrestato. 

In questi giorni è arrivata la sentenza di condanna: il giocatore, 37enne di Cervignano, dovrà scontare una pena di un anno e 5 mesi nella sua abitazione.