Giovedì e venerdì

Si collauda lo sbarramento sul torrente Corno: evacuati i residenti

Saranno allagate le aree agricole e le strade interpoderali a monte dell'invaso. Si riempirà l'opera fino allo sfioro, con l'accumulo di 400 mila metri cubi di acqua

Lo sbarramento sul torrente Corno (© Causero)

CORNO DI ROSAZZO – Sarà collaudato giovedì e venerdì il bacino di laminazione a Noax di Corno di Rosazzo. Per questo è stata decisa l’evacuazione di alcuni residenti della zona e il divieto di transito. I comuni coinvolti nelle attività sono Corno di Rosazzo e Cividale del Friuli per l’allagamento delle aree agricole e delle strade interpoderali a monte dell'invaso e in località Spessa. Anche i Comuni di San Giovanni al Natisone e Chiopris Viscone sono in stato d’allerta, per inondazioni in caso di cedimento del manufatto.

Lo sbarramento sul torrente Corno ha un’altezza di costruzione di 10 metri e un'altezza allo sfioro di 7 metri. Il collaudo consisterà nel suo riempimento allo sfioro, con l'accumulo di 400 mila metri cubi di acqua.

Lo sbarramento del torrente Corno è stato realizzato con un manufatto in calcestruzzo armato a forma arcuata che presenta uno sviluppo di circa 200 metri. Nella parte centrale sono ubicati gli apparati idraulici di regolazione della portata, come la luce di fondo con le paratoie per la sua chiusura e lo sfioratore di superficie.