Ultimo giorno il 26 febbraio

Chiude il ‘Tagliato col coltello’: il centro perde un altro locale storico

Non ce la fa più a causa dell’affitto, decisamente alto, cui si sommano i costi di gestione

Chiude il ‘Tagliato col coltello’: il centro perde un altro locale storico (© ‘Tagliato col coltello’ | Facebook)

UDINE – Lo scorso ottobre è stata la volta dell’Ottelio, storico locale del salotto cittadino. Fra qualche giorno – così come riportato dal Messaggero Veneto – toccherà a un altro locale del cuore della città e non molto lontano da piazza San Giacomo: il ‘Tagliato col coltello’ di via Sarpi. Le porte si chiuderanno domenica 26 febbraio dopo ben 20 anni di attività.

Il gestore (da sei anni), Marco Cozzi, ha deciso di ‘mollare’
Non ce la fa più a causa dell’affitto, decisamente alto (parliamo di 4.500 euro mensili, come riporta il quotidiano), cui si sommano i costi di gestione. Per non parlare del crollo delle presenze. È così che Cozzi ha deciso di chiudere e di prendere in gestione l’osteria ‘Al Collio’ di via Aquileia, dove l’affitto è più basso e il locale ha un buon giro di clientela.

Calo vertiginoso delle presenze
Cozzi parla di un calo vertiginoso delle presenze, spiegando come oramai la movida si sia spostata: da San Giacomo e via Sarpi alla zona di Largo dei Pecile. Nulla ha a che fare con l’offerta, che a sua detta è la medesima, piuttosto si tratta di una questione di ‘stagioni’. Accanto a ciò poi, secondo il gestore oltre a tre grossi eventi quali Friuli Doc, Far East e i mercoledì dei Sarpi, come ha dichiarato al Messaggero, «non c’è nulla».