Il 2 marzo

‘Una vita da social’, a Lignano l'unica tappa in regione

La campagna educativa della Polizia di Stato sarà ospitata in piazza D'Olivo. Gli operatori incontreranno gli studenti in un truck per parlare di sicurezza online

‘Una vita da social’, a Lignano l'unica tappa in regione (© AdobeStock | Syda Productions)

LIGNANO - ‘Una vita da social’, la campagna educativa itinerante della Polizia di Stato, toccherà molte città italiane e avrà come unica tappa in regione Lignano Sabbiadoro. L’evento si svolgerà il 2 marzo in piazza Marcello D’Olivo. Gli operatori della Polizia Postale, attraverso un truck allestito con un’aula didattica multimediale, incontreranno nella mattinata alcune classi dell’Istituto Comprensivo ‘G. Carducci’ di Lignano Sabbiadoro e parleranno della sicurezza online. In particolare, saranno trattati i temi dei social network, del cyberbullismo, dell’adescamento online e dell’importanza della sicurezza della privacy. L'iniziativa, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e con il patrocinio del Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza, vuole fare in modo che Internet possa essere vissuto come un'opportunità e non come un pericolo. ‘Vita da social’ è una delle azioni identificate dal ‘Piano nazionale per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo a scuola’ del Miur volte a contrastare e prevenire questi fenomeni.

Programma e obiettivi
Garante regionale dei diritti della persona, compartimento della polizia postale e delle comunicazioni, Comune di Lignano Sabbiadoro si sono adoperati per ampliare l’offerta rivolta agli studenti proponendo loro la visione del film ‘Ben X’ tratto dal romanzo Nothing Was All He Said.  In collaborazione con il Sistema Regionale delle Mediateche, il film verrà proiettato al Cinecity di Lignano Sabbiadoro alle 10 e vi prenderanno parte alcune classi dell’Istituto Tecnico Statale per il Turismo ‘P. Savorgnan di Brazzà’. L’obiettivo dell’iniziativa, infatti, è quello di prevenire episodi di violenza, prevaricazione, diffamazione, molestie online attraverso un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della ‘parola’. Anche Unicef offrirà il proprio contributo, proponendo ai bambini delle scuole primarie un incontro/laboratorio par parlare del Rispetto e dei loro diritti. Una serie di opportunità, dunque, alle quali anche gli adulti potranno prendere parte sia visitando il truck in piazza Marcello D’Olivo, sia partecipando alla visione del film, in programma alle 10. Sarà un’occasione per conoscere i rischi della rete e ricevere suggerimenti e consigli per sostenere i propri figli nell’utilizzo della rete e dei social.