25 luglio 2017
Aggiornato 00:30
Intervento da 94.000 euro

L'ex Galleria d'Arte Moderna Udinese diventa una palestra

Assessore Scalettaris: «Entro fine anno scolastico contiamo di terminare i lavori e consegnare la struttura»

L'ex galleria d'arte moderna (© Diario di Udine)

UDINE - Prende finalmente il via il cantiere per il recupero come palestra dei locali originariamente occupati dalla Galleria d'Arte Moderna Udinese in piazzale Diacono. Sono stati infatti assegnati i lavori per la realizzazione della struttura sportiva da ricavarsi nei locali un tempo occupati dalla Galleria d’Arte Moderna Udinese al Palamostre destinandoli all’avvicinamento alla pratica sportiva delle arti marziali e altre attività sportive compatibili. Una promessa in cui si era impegnato lo stesso sindaco, Furio Honsell, e che finalmente vedrà la luce entro l'estate del 2017.

«Entro fine anno scolastico contiamo di terminare i lavori e dare la disponibilità della nuova palestra di judo per i primi tempi alla società che attualmente ha la sua sede nella palestra della scuola media Ellero – spiega l'assessore ai Lavori Pubblici Pier Enrico Scalettaris -. La Ellero è infatti interessata da un altro cantiere partito a giugno 2016, e che proseguirà fino a settembre 2017, interessando durante il periodo estivo giugno-settembre 2017 anche la palestra, che dovrà quindi essere libera da persone e cose. Anche per questo i lavori al Palamostre dovranno concludersi per tempo, in maniera che i Judoka possano fare un unico spostamento dalla Ellero alla nuova sede di piazzale Diacono».  Da tempo, infatti, il vertice dell’associazione chiede di poter avere una palestra dedicata allo judo. Ad allungare i tempi del cantiere era stato il trasferimento delle opere rimaste accatastate nei magazzini dell’ex Galleria d’arte moderna.

Il recupero dell'ex Galleria d'Arte come struttura sportiva è un intervento che va a riqualificare un'ulteriore porzione di un edificio storico della città, che già è stato positivamente valorizzato dalla gestione diretta della parte teatrale a opera del Teatro Stabile. «Si tratta di un intervento già finanziato – spiega l'assessore – e che avrà il via non appena il consiglio comunale approverà il bilancio di previsione per il 2017. Il voto dovrebbe avvenire entro il mese di marzo, quindi con due mesi di anticipo rispetto a quanto avvenuto l'anno scorso, a tutto vantaggio dell'apertura non solo di questo, ma anche di molti altri cantieri».
La realizzazione della palestra è stata assegnata all'impresa Valerio Sabinot di Basiliano, per un importo di 91.000 euro, a cui si aggiungono gli oneri per la sicurezza per un importo totale di 94.000 euro.