22 ottobre 2020
Aggiornato 00:00
In Centro Italia

La friulana Helica mapperà le linee elettriche delle zone terremotate

L’azienda, con il suo know how e le sue tecnologie, sarà impegnata nel fornire al gestore nazionale, un quadro della rete di linee colpita dal blackout in occasione del terremoto, oltre che dalle successive copiose nevicate

AMARO – Spetterà ad Helica, azienda carnica di telerilevamento, mappare, con la tecnica di telerilevamento aereo (da elicottero), le linee elettriche di Enel presenti nell’area interessata dal terremoto del Centro Italia. L’azienda, con il suo know how e le sue tecnologie, sarà impegnata nel fornire al gestore nazionale, una mappatura di precisione della rete di linee colpita dal blackout in occasione del terremoto, oltre che dalle successive copiose nevicate. Un'attività svolta anche nella zona Rigopiano, luogo passato agli onori della cronaca per la slavina che ha spazzato via un hotel. 

Lo scopo del lavoro di Helica è la determinazione delle attività di manutenzione necessarie, oltre che, l’individuazione di possibili interventi per la realizzazione di nuove linee. Sempre per Enel, Helica si occuperà, nei prossimi due anni, dell’ispezione della rete di linee elettriche del Triveneto.

«Per ottimizzare l'attività è stato progettato e realizzato, in fase di test, un sistema di camere ad altissima efficacia per le verifiche delle anomalie presenti sulle linee. Contemporaneamente verranno acquisiti i dati laser per la verifica delle distanze e la mappatura della linea», ha sottolineato Federico Facchin, direttore tecnico di Helica.
Sarà un elicottero della flotta di Helica a occuparsi dei lavori di mappatura che inizieranno in Centro Italia.