12 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
Serie A2

Udine batte la capolista Treviso dopo un'incredibile rimonta

Quinta vittoria di fila, che non servirà per salire sul treno dei play-off (visti i risultati sugli altri campi) ma che fa capire a tutti quanto questa squadra sia cresciuta e maturata nel corso della stagione.
Schiacciata di Fall
Schiacciata di Fall

TREVISO - Con un finale di quelli da ricordare e raccontare, la Gsa Udine batte anche la capolista De Longhi Treviso (priva dell’americano Perry, in panchina per onor di firma) e raccoglie la sua quinta vittoria di fila. Un successo che non servirà agli udinesi per salire sull’ultimo treno per i play-off, stanti le concomitanti vittorie di Mantova, Verona e Roseto, ma che fa capire a tutti, ancora una volta, quanto questa squadra sia cresciuta e maturata nel corso della stagione, forte anche dei nuovi innesti di Fall e di Veideman. E se è stato l’estone a suonare la carica della rimonta a fine terzo quarto, non si può questa volta non dare la palma del migliore in campo ad Aka Fall, autore di una prestazione di grande intensità e sostanza dal primo all’ultimo minuto di gioco. Per l’ala-centro proveniente da Torino, le statistiche parlano di 20 punti (9/10 al tiro), 11 rimbalzi e 2 stoppate.

Primo quarto scoppiettante e di grande equilibrio, con la Gsa che scende in campo con Veideman, Pinton, Okoye, Gatto e Fall. Inizia meglio la De Longhi con i suoi lunghi che si porta sul 6-2, ma la Gsa risponde con un parziale di 10 a 0 aperto da una tripla di Pinton e chiuso da una di Okoye (6-12). Nella squadra di casa si erge allora protagonista La Torre che infila cinque punti prima che una schiacciata di Fall fissi il primo parziale sul 11-14.

Nella seconda frazione, la De Longhi intensifica la propria difesa e la Gsa non trova la via del canestro per sei lunghissimi minuti. Nel frattempo i padroni di casa con Malbasa, Fantinelli e Saccheggi opera un contro-break di 10 a 0 che porta i padroni di casa sul 21-14. E’ Fall, il migliore in casa bianconera, ad interrompere il digiuno friulano con un canestro dalla media distanza ed a riportare sotto gli ospiti che accorciano ulteriormente con un’azione da tre punti di Okoye (25-21), ma Treviso torna a macinare gioco in particolare sotto canestro. Un alley-oop tra Veideman e Fall ed un canestro allo scadere del solito La Torre fanno applaudire le rispettive tifoserie prima che le due squadre vadano al riposo sul 31 a 23 per i trevigiani.

Nella ripresa, la De Longhi, sospinta da un tifo caldissimo, aumenta il suo distacco dai bianconeri. Per i padroni di casa si sveglia anche Moretti, fino a quel punto deludente: una suo bomba fa segnare il +12 per Treviso (37-25), mentre Malbasa, da sotto, porta Treviso al massimo vantaggio di +17 (46-29). Partita finita? Macchè. Come in altre occasioni si accende nel finale la luce di Rain Veideman che si prende il peso della squadra sulle spalle e raddrizza la rotta della nave bianconera infilando 6 punti consecutivi che valgono il -13 dell’ultima pausa (48-35).

L’ultimo quarto si apre con Veideman che prima infila una bomba, poi smazza l’assist per la tripla di Traini e con Fall che da sotto conclude il parziale di 8 a 0 per Udine (48-43). La partita (bellissima) è riaperta e Treviso accusa il colpo. La Gsa in difesa non molla più nulla, mentre Treviso sembra accusare la stanchezza. E’ Fall, non poteva essere altrimenti, a decretare il sorpasso ospite schiacciando l’assist arrivato da Vanuzzo (51-52). Moretti e Fantinelli tengono a galla Treviso, ma l’inerzia della partita è definitivamente passata nelle mani udinesi. Nel finale incandescente, le due squadre arrivano appaiate sul 59 pari quando manca 1’ di gioco. Sbaglia un canestro Veideman, ma il rimbalzo offensivo è per Udine perché Ancellotti tocca la palla fuori, sull’azione successiva Okoye va in lunetta, ma fa solo uno su due al tiro libero (59-60). In difesa la 'piovra' Fall recupera un pallone fondamentale, su Veideman Treviso spende un fallo e l’estone dai liberi non perdona (59-62). Ci vorrebbe un tiro da tre per Treviso, ma inspiegabilmente i padroni di casa servono sotto canestro Rinaldi che subisce fallo da Traini. L’ex di turno fa 0/2 ai liberi, su Okoye viene fischiato fallo ed il nigeriano fa 1 su 2 ai liberi (59-63) a 4» dalla fine del match. La vittoria è nelle mani dei bianconeri ed il punteggio viene incrementato da una bomba inutile del pur bravo La Torre e da due liberi di Veideman prima che i bianconeri vadano a festeggiare sotto la tribuna degli oltre 200 tifosi bianconeri al seguito.

Si festeggia a fine partita

Si festeggia a fine partita (© Pegoraro)

De Longhi Treviso - G.S.A. Udine 62-65 (11-14, 31-23, 48-35)
De Longhi Treviso: Andrea Ancellotti 15 (7/9, 0/0), Andrea La torre 11 (3/4, 1/3), Davide Moretti 9 (2/10, 1/5), Matteo Fantinelli 9 (4/6, 0/2), Dorde Malbasa 8 (3/8, 0/0), Tommaso Rinaldi 5 (1/2, 0/1), Zoltan Perl 3 (1/3, 0/2), Andrea Saccaggi 2 (1/2, 0/0), Jesse Perry 0 (0/0, 0/0), Leonardo Marini 0 (0/0, 0/0), Nicola Artuso 0 (0/0, 0/0), Federico Poser 0 (0/0, 0/0). All. Pillastrini.
G.S.A. Udine: Abdel kader pierre Fall 20 (8/8, 1/2), Rain Veideman 19 (4/10, 1/7), Stanley onyekachukwu Okoye 18 (2/10, 2/4), Andrea Traini 4 (0/1, 1/3), Mauro Pinton 3 (0/3, 1/2), Vittorio Nobile 1 (0/1, 0/2), Tommaso Gatto 0 (0/1, 0/0), Manuel Vanuzzo 0 (0/0, 0/2), Michele Ferrari 0 (0/2, 0/0), Daniele Mastrangelo 0 (0/0, 0/2), Ousmane Diop 0 (0/0, 0/1), Raphael Chiti 0 (0/0, 0/0). All. Lardo.