22 luglio 2017
Aggiornato 12:30
gravi ricadute sulla vendemmia 2017

Prestiti agevolati alle aziende vitivinicole per le conseguenze della recente gelata

Danni che in diversi casi superano l’80% della produzione. La Banca Popolare di Cividale ha inteso intervenire a favore delle aziende vinicole con un finanziamento a tasso agevolato di 5 mila euro per ettaro della durata di 12 mesi

CIVIDALE – Il danno alle colture viticole provocato dalla gelata della notte tra i 20 e 21 aprile è notevole ed esteso in tutto il Friuli VG e Veneto tanto che si stima avrà gravi ricadute sulla vendemmia 2017 con inevitabili conseguenze economiche per le aziende agricole. I primi dati, confermati dai sopraluoghi effettuati dai tecnici e dalle stesse testimonianze delle aziende interessate, parlano di danni che in diversi casi superano l’80% della produzione.

Come già avvenuto in passato in caso di eventi calamitosi, la Banca Popolare di Cividale, istituto leader nel credito agrario in Friuli VG, ha inteso intervenire a favore delle aziende vinicole per gli ingenti danni causati dalla gelata con un finanziamento a tasso agevolato della durata di 12 mesi finalizzato al sostegno finanziario delle aziende colpite. L’importo finanziabile è stato quantificato forfettariamente in 5 mila euro per ettaro coltivato a vigneto fino ad un importo massimo di 100 mila euro. La somma potrà essere ottenuta nella forma tecnica della cambiale agraria con rimborso in un’unica soluzione alla scadenza del prestito.
Particolarmente semplificata è anche la documentazione richiesta dalla banca per agevolare il più possibile l’acceso al credito. L’operazione è attivabile presso tutte le filiali della Popolare di Cividale e, qualora venisse richiesto dalle aziende interessate, il prestito per il maltempo è abbinabile ad altri finanziamenti agevolati contemplati dal Fondo di rotazione in agricoltura (L.R. 80/’82).

Il provvedimento rappresenta il rinnovato impegno della Banca Popolare di Cividale nei confronti del territorio in cui opera verso il quale, anche in passato, è intervenuta efficacemente e prontamente durante tutti i casi di emergenza che si sono verificati. Se si presenteranno ulteriori esigenze da parte dei comparti produttivi la Banca valuterà eventuali altri interventi finanziari di sostegno.