29 gennaio 2020
Aggiornato 18:30
Malasanità in Friuli?

Operata per un'ernia, muore pochi giorni dopo per complicazioni

La magistratura è chiamata a fare luce sulla vicenda: il capo di imputazione potizzato è quello di omicidio colposo 
L'ospedale di Udine
L'ospedale di Udine Diario di Udine

UDINE - Potrebbe trattarsi di un caso di malasanità. A stabilirlo dovrà essere la magistratura, che ha aperto un'inchiesta. Stiamo parlando della vicenda della 64enne di San Giovanni al Natisone operata di ernia addominale a Palmanova e morta pochi giorni dopo al Santa Maria della Misericordia a causa delle gravissime complicazioni sopraggiunte.

Era stata la famiglia a segnalare l'accaduto ai carabinieri, con la Procura del capoluogo friulano che aveva aperto un fascicolo a carico di ignoti per lesioni colpose. Ora, dopo la morte della donna, avvenuta giovedì il capo di imputazione ipotizzato è quello di omicidio colposo. 

Quella che doveva essere un'operazione di routine si è trasformata in una tragedia. Ora si dovrà capire se tutto questo è stato causato da una fatalità o da un errore umano dei medici che hanno eseguito l'intervento.