27 luglio 2017
Aggiornato 00:30
Il 9 e 10 maggio

‘Il giardino degli artisti. L’impressionismo americano’ al Centrale

Quando nel 1886 il mercante d’arte francese Paul Durand-Ruel porta trecento dipinti impressionisti a New York non può immaginare quanto accadrà di lì a breve

‘Il giardino degli artisti. L’impressionismo americano’ al Centrale (© Visionario)

UDINE - Quella tra arte e giardini è una storia d’amore straordinaria. In epoca moderna tutto inizia in un paesino francese, in quella Giverny che aveva ammaliato Claude Monet trasformandosi in fonte di ispirazione per decine e decine di pittori del tempo. Non è però solo l’Europa a rimanere stregata dalle ninfee. Quando nel 1886 il mercante d’arte francese Paul Durand-Ruel porta trecento dipinti impressionisti a New York, infatti, non può probabilmente immaginare quanto accadrà di lì a breve, quando moltissimi artisti americani faranno i bagagli e partiranno per un pellegrinaggio verso lo stagno più famoso di tutto il movimento impressionista. È da qui che prende il via ‘Il giardino degli artisti. L’impressionismo americano’, documentario che racconta le vicende dell’Impressionismo americano e del suo rapporto con il Garden Movement, fiorito tra 1887-1920. Il film sarà in programma al cinema Centrale - martedì 9 maggio alle 15.10 e 19.30 e mercoledì 10 maggio alle 15.10 e 19.45. Biglietto intero 10 euro, ridotto 8 euro.

Cruciali per la storia dell’arte americana
I protagonisti del film sono artisti come Mary Cassatt (1844-1926), pittrice amica di Degas, Monet e Berthe Morisot; Philip Leslie Hale (1865-1931) che fu anche scrittore e insegnante e dipinse The Crimson Rambler, l’olio su tela protagonista del poster del documentario; John Singer Sargent (1856-1925), ritrattista tra i più importanti dell’Ottocento americano. Artisti meno noti di quelli degli impressionisti francesi ma assolutamente cruciali per la storia dell’arte americana.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.visionario.movie, Facebook | 0432.227798 |