Il 19 maggio

Università delle LiberEtà Fvg: presentato il bilancio annuale

Alla conferenza hanno partecipato la presidente dell'Università delle LiberEtà del Fvg Pina Raso, gli assessori comunali Raffaella Basana e Alessandro Venanzi, la consigliera regionale Renata Bagatin, il professore dell'Università degli Studi di Udine Francesco Nazzi e la coordinatrice del centro di orientamento della regione Fvg Rita Giannetti

Università delle LiberEtà Fvg: presentato il bilancio annuale (© LiberEtà)

UDINE - L’Università delle LiberEtà Fvg si dimostra essere, anno dopo anno, un ente aggregativo e formativo in grado di raccogliere il favore di una grande parte della popolazione della provincia di Udine. Una delle cifre distintive del Centro internazionale di educazione permanente di via Napoli a Udine, però, è anche la sua capacità di «stare dentro al tempo». Con i suoi programmi e scambi internazionali e con la sua visione sempre più attenta alla digitalizzazione, infatti, l’Università elle LiberEtà si dimostra all’avanguardia nel panorama degli istituti di formazione per gli adulti. Da qualche anno, l’ente presieduto da Pina Raso, ha cominciato un percorso a favore della digitalizzazione, non limitandosi, però, all’aggiornamento dei suoi strumenti informatici. Uno dei passi più importanti compiuti dall’Università delle LiberEtà è quello della formazione dei suoi stessi insegnanti, prima ancora di quella dei discenti, con corsi di formazione mirati. Un altro passo importante sarà tra breve quello di aggiornare il sito web dell’ente in modo da permettere ai cittadini di iscriversi direttamente online ai corsi.

I numeri

Nell’anno accademico 2016/2017 gli iscritti totali sono stati 3496 di cui 2405 donne e 1091 uomini. L’età media dei discenti è di 53 anni ma, in accordo con il nome dell’ente che non prevede limiti di età, l’iscritto più anziano ha 88 anni (classe 1928) mentre quello più giovane ne ha 10 (classe 2007). Un’altra curiosità riguarda l’iscritto più attivo, che partecipa a ben 19 corsi. Per quanto riguarda gli insegnanti, invece, quelli che hanno tenuto almeno un corso sono ben 169. I corsi organizzati dall’Università delle LiberEtà del Fvg si dividono in 9 macro categorie: conoscere e approfondire, costruire il benessere, cucina, danza e ballo, informatica, laboratori artistici, laboratori del corpo, lingue e musica teatro canto.  

Nuovi corsi al via da giugno

La più grande novità del prossimo anno accademico riguarda proprio l’inizio dello stesso. Vista la grande richiesta di corsi estivi, arrivata da persone che rimangono in città anche nei mesi più caldi, l’Università delle LiberEtà ha deciso di cominciare i corsi a giugno, rendendo l’anno accademico un ciclo continuo da giugno a giugno e non più con inizio a settembre.

Due nuovissimi corsi
Dal punto di vista didattico, invece, le novità più ghiotte sono rappresentate da due nuovissimi corsi. Il primo, in collaborazione con il Comune di Udine, s’intitola «I segreti di Udine Musei» e rappresenta un viaggio alla scoperta dei civici Musei attraverso le parole delle loro curatrici.
La seconda novità è in collaborazione con Orti Urbani, Agenda 21 e il comune di Udine e prevede un corso di cucina con erbe e prodotti dall’orto durante il quale si prevedono anche alcune uscite proprio negli orti urbani udinesi.
Sono in previsioni anche tanti corsi estivi che, prenderanno il via la prima settimana di giugno. Tra questi ci sono corsi nelle categorie danza e ballo, laboratori del corpo, lingue e informatica. 
Da segnalare
Tra i corsi di quest’anno accademico che hanno suscitato maggiore interesse, merita essere citato quello di avvicinamento al vino, arrivato al suo terzo ciclo, quello riguardante le degustazioni guidate. Il corso, a cura di Francesco Scalettaris, si svolge in collaborazione con 11 aziende agricole locali ed è al suo primo anno di vita. Un’altra segnalazione particolare spetta all’ottava edizione della mostra degli allievi della Scuola di illustrazione dell’Università delle LiberEtà del Friuli Venezia Giulia, dal 2012 accreditata presso la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna che da venerdì 10 febbraio e fino a domenica 12 marzo è stata ospitata nella sala espositiva della Libreria Feltrinelli di Udine.

Incontri sulla salute

Grande soddisfazione anche per il ciclo d’incontri «salute al centro» che da gennaio ha visto impegnato l’Università delle LiberEtà del Fvg al Centro Commerciale Città Fiera in un calendario di incontri, conferenze e laboratori gratuiti per la cittadinanza sul tema della salute. Tra le associazioni coinvolte, anche la LiberEtà che si occupa di salute intesa nell’accezione di condizione generale di benessere attraverso cultura della prevenzione, tutela dei diritti, ambiente, sostenibilità, creatività e miglioramento personale, invecchiamento attivo, cura del corpo e armonia della mente.