12 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
i problemi rimangono

Piccin, la sanità pordenonese è al collasso

Al centro del ciclone c'è la questione sui tempi di attesa della sanità e in particoare per il reparto di oculistica. A nulla sono valse le rassicurazioni di qualche settimana fa dell'assessore alla salute Maria Sandra Telesca
Piccin, la sanità pordenonese è al collasso
Piccin, la sanità pordenonese è al collasso Regione Friuli Venezia Giulia

PORDENONE - «Altro che problemi risolti. Il sistema sanitario nel pordenonese è al collasso e le rassicurazioni dell'assessore Telesca, avute soltanto qualche settimana fa in Aula profumano di presa in giro per i cittadini». Mara Piccin, consigliera regionale di Forza Italia, torna alla carica sui tempi d'attesa della sanità nel pordenonese, in particolare per il reparto di oculistica.

«Per le visite - spiega la consigliera azzurra - che dovrebbero essere programmate a 180 giorni i tempi di attesa sono di quasi 9 mesi, un vero e proprio parto per i cittadini della Destra
Tagliamento. Avevo interessato della problematica l'assessore Telesca con un'interrogazione e proprio poche settimane fa avevo ricevuto la risposta che, grazie all'adeguamento dell'offerta e
della struttura e alla revisione delle modalità di prenotazione e accesso alle prestazioni, le criticità erano state risolte e la situazione era tornata alla normalità
. I fatti però smentiscono clamorosamente l'esponente della Giunta Serracchiani, con il caso dei quasi due anni per l'intervento di cataratta, e ora mi domando: l'assessore mi ha consapevolmente dato quella risposta o c'era l'intenzione di ingannarmi?. Ecco che la riforma sanitaria continua a rivelarsi per quello che è: una sferzata verso razionalizzazioni frutto di logiche economicistiche che nulla hanno a che vedere con la salute dei cittadini».