A Lignano

Pentecoste, proseguono i bagordi e le 'espulsioni'

Dopo i due di venerdì, altri 4 ragazzi sono stati oggetti del foglio di via che gli vieta di rimettere piede nella località balneare per i prossimi due anni. Altri 15 austriaci sono stati sanzionati per ubriachezza molesta, 4 per aver urinato in pubblico

Pentecoste, proseguono i bagordi e le 'espulsioni' (© Diario di Udine)

LIGNANO SABBIADORO – E’ trascorsa un’altra lunghissima notte per il centro di Lignano, con i festeggiamenti della Pentecoste che sono proseguiti, sfociando, in più occasioni, in eccessi e bagordi. La spiaggia è un disastro, con migliaia di bicchieri di plastica abbandonati insieme a bottiglie e cartacce. C’è chi dorme sulle sdraio, chi è visibilmente ubriaco, chi urla e canta. Non va meglio nei locali e nelle vie del centro, dove ‘orde’ di ragazzi abbandonano ogni tipo di inibizione per fare festa.

Ovviamente c’è anche un lato positivo, soprattutto per gli operatori, che in questo w-e da tutto esaurito riempiono bar, ristoranti, alberghi e anche appartamenti. La Questura ha messo in atto un piano per tentare di contenerli, ma è difficile tenere tutto sotto controllo, e così qualche eccesso o qualche bravata sfuggono. Dopo i due di venerdì, altri 4 ragazzi sono stati oggetti del foglio di via che gli vieta di rimettere piede nella località balneare per i prossimi due anni. Altri 15 austriaci sono stati sanzionati per ubriachezza molesta, 4 per aver urinato in pubblico.

Giornate intense anche per il personale del 118, che anche tra sabato e domenica ha effettuato decine di interventi.