L'intervento

Sicurezza, Serracchiani: "Grazie a carabinieri per il calo di reati in Fvg"

"Ma i dati positivi non dissipano la percezione di insicurezza tra i cittadini", ha detto la governatrice, che ha aggiunto: "Un Friuli Venezia Giulia sicuro è tra le priorità della nostra amministrazione"

Debora Serracchiani (© Diario di Udine)

FVG - «Una presenza professionale sul territorio e una coscienza civica diffusa sono i presupposti per risultati positivi come questi». Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani commentando il calo dei reati in regione, reso noto dal comandante della Legione Fvg dei carabinieri Vincenzo Procacci alla vigilia del 203° anniversario dell'Arma. «La Regione ringrazia i Carabinieri e tutti gli operatori del comparto sicurezza dello Stato che - ha continuato la presidente - stanno svolgendo un lavoro insostituibile per tutelare la pacifica operosità dei nostri cittadini, la serenità delle nostre famiglie, la legalità che permette la crescita».

«Sappiamo - ha aggiunto Serracchiani - che situazioni eccezionali venutesi a creare sul territorio in relazione al fenomeno migratorio e alcuni inquietanti episodi di criminalità che si sono verificati, soprattutto nei maggiori centri urbani, contribuiscono a generare una percezione di insicurezza che i dati pur positivi non riescono a dissipare. Per questo chiedo a tutti, istituzioni, realtà associative e cittadini, di continuare a tenere alta la guardia».

«La Regione proseguirà nel confronto con le Autorità centrali dello Stato, per sottolineare le esigenze nelle dotazioni di uomini e mezzi e per rendere ottimale la collaborazione tra Enti locali e articolazioni territoriali dello Stato. Un Friuli Venezia Giulia sicuro - ha concluso la presidente - è tra le priorità della nostra amministrazione».