Il 3 giugno

Sassi contro l’auto: la donna non si ferma ed evita la truffa

Una 70enne, di Ontagnano di Gonars, era al volante della sua automobile e percorreva la strada regionale 252, da Palmanova in direzione Gonars, quando ha sentito un botto, ma ha tirato dritto

Sassi contro l’auto: la donna non si ferma ed evita la truffa (© AdobeStock | geoste)

GONARS – La cosiddetta banda dello specchietto (o del finto incidente stradale) sarebbe nuovamente ‘al lavoro’ (danneggia di proposito l’auto della vittima e in parte la propria, il truffatore chiede dei soldi in contanti come risarcimento, fingendo che la colpa dello scontro sia del malcapitato). Sabato 3 giugno, infatti, una 70 enne, di Ontagnano di Gonars, era al volante della sua auto e percorreva la strada regionale 252, da Palmanova in direzione Gonars.

I fatti
Lungo la strada - come chiarisce Il Gazzettino - ha sentito un colpo e ha scorto sul ciglio della strada un sasso. Poco dopo un’auto ha preso a seguirla e ha iniziato a farle cenno, in ogni modo, di fermarsi. La donna, capito che qualcosa non andava ha tirato dritto, fino al centro di Gonars, di fronte al palazzo del Municipio, solo lì gli inseguitori l’hanno lasciata stare, sparendo nel nulla. La donna ha quindi prontamente chiamato i carabinieri. Sul posto sono giunti gli uomini dell’Arma di Palmanova che stanno svolgendo le indagini del caso.