La protesta

Polizia locale: si prospetta uno sciopero per il 10 giugno

La protesta degli agenti dell'Uti Friuli Centrale: l'8 giugno prevista un'assemblea sindacale durante la quale si parlerà della protesta. A preoccupare sono le gravi carenze organizzative e gestionali

Polizia locale: si prospetta uno sciopero per il 10 giugno (© Diario di Udine)

UDINE - "A 5 mesi dalla nascita dell’Uti Friuli Centrale, abbiamo espresso per l’ennesima volta, le nostre preoccupazioni per le gravi carenze organizzative e gestionali. La dirigente Manto ha manifestato rispetto alle problematiche in essere e per questo motivo noi continuiamo a dargli  fiducia e a riconoscere i suoi sforzi». A sostenerlo è Beppino Fabris, segretario regionale del Sapol Fvg, che annuncia l'intenzione di incrociare le braccia sabato 10 giugno, in concomitanza con l'Fvg Pride. 

«Per ritirare lo sciopero del 10 giugno - aggiunge - abbiamo chiesto, almeno per l’immediato, che l’Uti Friuli Centrale rifornisca la Polizia Locale di un minimo di vestiario (i vigili ne sono oramai privi) inoltre che nelle turnazioni partecipino tutti gli ufficiali (anche i nuovi arrivati) e tutto il restante personale, senza eccezioni di sorta». Tutte questioni che sraanno affrontate nel corso dell'assemblea sindacale riservata a tutti i lavoratori dell' Uti Friuli Centrale e dei Comuni di Udine, Campoformido, Pozzuolo del Friuli, Pasian di Prato, Martignacco, Pagnacco, Reana del Rojale, Tricesimo, Tavagnacco, Pavia di Udine e Pradamano organizzata per la gironata di giovedì 8 giugno dalle 10.15 alle 13 in sala Ajace. A promuoverla le Organizzazioni sindacali Cisal Ee Ll Fvg e  Ugl Unione Generale del lavoro. 

Come già accennato, all’ordine del giorno ci sarà lo sciopero del 10 giugno indetto per i lavoratori della Polizia Locale dell'Uti Fc e le cause di lavoro relative alle progressioni economiche orizzontali dei dipendenti del Comune di Udine e di tutti quei lavoratori transitati in Uti.