29 maggio 2020
Aggiornato 06:30
contro la meningoencefalite

Ciriani, garantire ovunque le vaccinazioni da zecche

Segnalata la gravità della presenza di zecche sul territorio regionale (il cui morso può provocare infezioni e malattie anche molto pericolose), ma anche i ritardi lamentati dagli utenti che vivono nel Pordenonese rispetto alla possibilità di potersi vaccinare
Il Fvg è particolarmente colpito dal fenomeno delle zecche, il cui morso può provocare infezioni e malattie anche molto pericolose come il morbo di Lyme e la Tbe
Il Fvg è particolarmente colpito dal fenomeno delle zecche, il cui morso può provocare infezioni e malattie anche molto pericolose come il morbo di Lyme e la Tbe Adobe Stock

PORDENONE - «Garantire che in ogni sede competente si possa accedere immediatamente alla vaccinazione contro la meningoencefalite da zecca, conosciuta anche sotto il nome di meningoencefalite primaverile-estiva, in riferimento alle stagioni durante le quali è predominante». Ad chiederlo alla Giunta è il consigliere regionale Luca Ciriani attraverso un'interrogazione, dove sottolinea la gravità della presenza di zecche sul territorio regionale, ma anche i ritardi lamentati dagli utenti che vivono nel Pordenonese rispetto alla possibilità di potersi vaccinare.

«La nostra regione è particolarmente colpita dal fenomeno delle zecche, il cui morso può provocare infezioni e malattie anche molto pericolose come il morbo di Lyme e la Tbe (encefalite da zecca). Per questo la Regione effettua una capillare campagna di prevenzione contro le zecche indirizzando i cittadini ai Dipartimenti di prevenzione della propria Azienda sanitaria, al medico curante, al pediatra». «Trovo però preoccupante quanto mi è stato segnalato e cioè che le richieste di prenotazione per la vaccinazione potranno essere soddisfatte solo dopo l'estate. E pare che in nessun distretto dell'area Pordenonese ci siano posti liberi per potersi vaccinare, salvo qualche rinuncia».

Proprio perché mai come in questo momento, alla vigilia dell'estate, ci sono moltissime richieste di vaccino provenienti da chi svolge attività all'aperto di ogni tipo (turisti, gruppi scout, gruppi parrocchiali, ritiri squadre, cacciatori, pescatori, cercatori di funghi, campeggi per bambini), Ciriani sollecita un intervento della Giunta per garantire, anche con le necessarie risorse, che ovunque si possa accedere immediatamente alla vaccinazione.