Via ai lavori entro l'estate

Ponte pedonale sul Ledra: approvato il progetto

Si tratta di una delle poche passerelle pedonali pubbliche in città. Assessore Pizza: «Opera sollecitata dai quartieri». L'intervento avrà un costo di 70 mila euro

Ponte pedonale sul Ledra: approvato il progetto (© Diario di Udine)

UDINE - Era un'opera attesa da anni, ferma per la crisi economica e che finalmente permetterà un ulteriore passaggio pedonale verso via Marco Volpe, soprattutto da parte degli studenti diretti alle scuole vicine (Centro studi, scuola dell’infanzia Volpe e scuola primaria 4 Novembre): sarà infatti ripristinato, grazie a uno stanziamento di 70.000 euro derivante dalla variazione di bilancio, il ponticello pedonale sul fiume Ledra che da anni era chiuso per motivi di deperimento delle tavole di legno della passerella e in generale di tutta la struttura portante.
«Il ripristino era stato sollecitato anche da un'ordine del giorno della consigliera Raffaella Cavallo – spiega l'assessore alla Mobilità Enrico Pizza – . Il progetto ha ottenuto il via libera della Commissione Locale per il Paesaggio che ha definito l'intervento «di rilevante interesse paesaggistico e architettonico che creerà un esempio per eventuali interventi successivi«».
Nell'ordine del giorno presentato in consiglio si faceva presente che «il passaggio pedonale in oggetto si trova in un’area ad alta intensità di passaggio di studenti».

I lavori vedranno la rimozione dell’attuale passerella. Poi si procederà con la demolizione delle parti danneggiate della spalla ovest, verificando lo stato della sponda su quel lato. Sarà poi ricreato un appoggio in misto pietra e ghiaia su cui poserà la trave in calcestruzzo armato collegata alla struttura esistente del ponte carraio. Al termine delle lavorazioni ci sarà quindi il nuovo piano di appoggio della passerella. Per realizzarla, si è proceduto a una verifica storica che ha evidenziato che una ricostruzione 'conservativa' passa attraverso una struttura in putrelle d’acciaio e una finitura con pavimentazione cementizia, cercando di mantenere un corrimano che richiami quello già presente sulle sponde del canale. Per quanto riguarda la pavimentazione, tenuto conto che si tratta dell’unica passerella con pavimentazione in legno in città, si è optato per mantenere un elemento storico come la soletta in calcestruzzo, soltanto applicando tecniche costruttive e di resistenza migliori (la pavimentazione sarà realizzata con listoni in calcestruzzo fibrato precompresso, garantendo così una forte resistenza al carico, una facile pulizia, andando così ad escludere possibili attacchi da parte di agenti atmosferici e chimici.

Quello sul canale Ledra è uno dei pochi passaggi pedonali veramente pubblici, a differenza degli accessi sulla roggia, che generalmente conducono ad abitazioni private o negozi: il dato è emerso dalla ricognizione delle passerelle pedonali a scavalco di corsi d’acqua presenti in città effettuato in vista dei lavori per verificarne le caratteristiche salienti.

Supplemento alla testata giornalistica «Diario del FVG» registrata presso il Tribunale di Udine n. 11/2016 del 14/08/2016