22 novembre 2019
Aggiornato 05:30
a pordenone

Via libera alle telecamere in autostazione

Approvato il progetto definitivo per installare le telecamere all’autostazione di via Oberdan, una zona sensibile sotto il profilo della sicurezza. I lavori cominceranno tra fine giugno e inizio luglio e il termine stimato è previsto entro fine luglio. Le immagini verranno trasmesse tramite fibra ottica alla centrale operativa della polizia municipale
Via libera alle telecamere in autostazione a Pordenone
Via libera alle telecamere in autostazione a Pordenone Adobe Stock

PORDENONE - Il Comune, su impulso del sindaco Alessandro Ciriani, ha approvato il progetto definitivo per installare le telecamere all’autostazione di via Oberdan, una zona sensibile sotto il profilo della sicurezza. I lavori cominceranno tra fine giugno e inizio luglio e il termine stimato, salvo imprevisti, è previsto entro fine luglio. Diciassette i dispositivi che verranno piazzati in modo tale da avere sotto controllo tutta l’area, le banchine coperte e scoperte, le pensiline di fermata delle corriere, la biglietteria e tutta la zona esterna compresa la rampa di accesso al parcheggio interrato delle biciclette.

 

La videosorveglianza sarà collegata al comando di polizia municipale
La giunta Ciriani ha apportato al progetto ereditato dalla precedente amministrazione una novità sostanziale: la videosorveglianza sarà collegata al comando di polizia municipale che visionerà le immagini in via esclusiva. E’ stata così rivoluzionata l’impostazione iniziale che prevedeva un sistema a circuito chiuso con le immagini che venivano immagazzinate solo all’interno dell’autostazione stessa. «Un modifica necessaria – commenta il sindaco – per dare reale efficacia all’operazione per una maggiore sicurezza di studenti, cittadini e operatori, evitando di creare un intervento di facciata». «Le immagini del circuito chiuso - ha spiegato in consiglio comunale l’assessore Amirante - sarebbero state del tutto inutilizzabili per esigenze di polizia giudiziaria, per cui abbiamo dovuto intervenire sul progetto iniziale e collegare le telecamere alla centrale operativa della polizia municipale. Questo consentirà, nel caso si verifichino episodi di microcriminalità, di utilizzare le riprese in tribunale».
Una volta installato, l’impianto dovrebbe essere funzionante nel giro di qualche giorno. A tal fine il Comune verificherà le necessarie modifiche alla fibra ottica cittadina che connetterà le telecamere dell’autostazione ai display della centrale operativa della polizia municipale.