Nella notte fra il 9 e il 10 giugno

Lo trovano in un lago di sangue: gli amici lo aspettavano a cena

Sul posto è intervenuto il personale del 118 che ha trasportato il 56 enne al Santa Maria la Misericordia di Udine. Ora è in gravissime condizioni, sarebbe in pericolo di vita. Da una prima ricostruzione dei fatti pare si possa escludere l’aggressione, in quanto il custode aveva con sé tutto

Sarebbe in pericolo di vita l'uomo trovato a Varmo in un lago di sangue (© AdobeStock | Kzenon)

VARMO - Lo hanno trovato in un bagno di sangue con una profonda ferita alla testa. Ora è in gravissime condizioni. Si tratta del custode del campo sportivo di Varmo che attorno alle 5 di mattina di sabato 10 giugno è stato ritrovato da alcuni amici. 

I fatti
Nella serata di venerdì 9 giugno al campo da gioco del paese si è disputata un’amichevole di calcio. A seguito dell’incontro un gruppo di amici si è recato a Lignano per continuare la serata. Il custode, C.T., 56 enne di Varmo, avrebbe dovuto chiudere i cancelli dell'impianto e raggiungere gli amici a cena, ma non è mai arrivato. Gli amici hanno immaginato fosse stanco e avesse preferito tornare a casa. 

Nessuno si è accorto di nulla
A mezzanotte, alcuni sono tornati al campo per recuperare le auto, ma non hanno notato nulla di strano. Quando invece alle 5 alcuni ragazzi del luogo sono tornati a loro volta lì, hanno visto l'uomo a terra, in un bagno di sangue e hanno chiamato subito i soccorsi. Sul posto è intervenuto il personale del 118 che ha trasportato il 56 enne al Santa Maria la Misericordia di Udine. Ora è in gravissime condizioni, sarebbe in pericolo di vita. Da una prima ricostruzione dei fatti pare si possa escludere l’aggressione, in quanto il custode aveva con sé tutto.