Consegnati i lavori

Entro fine anno la nuova ciclabile da Beivars a Godia

Gli interventi riguardano la realizzazione di un tratto di pista ciclabile lungo l'itinerario Fvg4, che attraversa il Comune di Udine nella direzione Ovest-Est-Ovest collegandolo a Pasian di Prato a ovest e a Povoletto a est

Entro fine anno la nuova ciclabile da Beivars a Godia (© Comune Udine)

UDINE - Il Comune di Udine ha consegnato, lunedì 12 giugno, il cantiere per la realizzazione di una delle opere più attese del programma di lavori pubblici, ovvero la Ciclovia Fvg 4 che collegherà Udine al ponte di Salt, creando un collegamento sicuro per ciclisti lungo il quartiere di Beivars, una delle richieste che gli abitanti del rione avevano evidenziato all'amministrazione comunale.

La ciclabile
Il progetto, finanziato dalla Regione, è stato affidato all'Impresa Coletto S.r.l di San Biagio di Callalta (Tv) per un importo di 278.000 euro, stanziato per realizzare un tragitto che collegherà Beivars a Godia in tutta sicurezza. «L'Fvg4 è la seconda grande ciclovia internazionale che attraverserà Udine – afferma il sindaco, Furio Honsell – e che va a integrare il tragitto dell'altro percorso transfrontatliero. Ringraziamo la Regione Fvg per il contributo che ha reso possibile il completamento del raccordo in una zona residenziale e di grande pregio ambientale, confermando il grande interesse che Udine ha sempre dimostrato per la mobilità sostenibile». «Dopo il successo dell'FVG1, la ciclovia internazionale che collega l'Austria a Grado e che attraversa Udine da nord a sud, dal parco del Cormor attraverso via Cosattini e Zanon fin nel cuore del centro storico, iniziamo finalmente i lavori per l'Fvg4, altra grande ciclovia internazionale e che attraverserà il capoluogo da ovest ad est – conferma l'assessore alla Mobilità Enrico Pizza - .Un percorso lungo circa 7,5 km che raccorda ciclabili già  esistenti e dà maggiore sicurezza per i collegamenti ciclopedonali dai quartieri  Godia, Beivars e Aurora al centro storico». «Con la legge di assestamento 2016 la Regione, in linea con la politica di finanziare le opere pronte a essere rese cantieri e dando priorità agli interventi sulle ciclabili, ha stanziato 400.00 0 euro per la tratta fino al Ponte di Salt sulla FVG4, uno dei nodi da risolvere della nostra Rete di Interesse Regionale – ha spiegato l'assessore regionale alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro -. Puntare sul turismo sostenibile e sull’economia della mobilità dolce è una delle azioni strategiche per la Regione e per l’Assessorato alle Infrastrutture».

Il percorso
Gli interventi riguardano la realizzazione di un tratto di pista ciclabile lungo l'itinerario Fvg4, che attraversa il Comune di Udine nella direzione Ovest-Est-Ovest collegandolo a Pasian di Prato a ovest e a Povoletto a est. Il tragitto prenderà il via dalla pista ciclabile del ring all'altezza di via Renati, proseguirà lungo via Planis, supererà il tratto ferroviario Udine-Tarvisio all'altezza dell'istituto Salesiano ‘Bearzi’ arrivando quindi in via Zoffo. Da lì ci sarà l'innesto – dopo la realizzazione di alcuni piccoli lavori - in via Zilli, la sistemazione del tratto sterrato compreso tra via Zilli e via Bariglaria con uscita lungo la ciclabile di via Bariglaria. Si procederà poi con la sistemazione dell'incrocio tra via Bariglaria e via Emilia e la prosecuzione del tratto ciclabile lungo via Emilia fino all'ingresso al Parco del Torre. Nella zona ci sarà infine la sistemazione dell'uscita della ciclabile lungo via Liguria (nelle vicinanze  della cava di ghiaia). L'intervento comporterà anche la realizzazione di un piccolo parcheggio e la manutenzione del tratto esistente fino al confine con il Comune di Povoletto.

Le spese
L'appalto dei lavori è stato aggiudicato per 278 mila euro, rientrante nel finanziamento di 400 mila euro della Regione Fvg. Proprio il ribasso d'asta derivante dall'affidamento sarà utilizzato, secondo le intenzioni dell'amministrazione, per mettere in sicurezza via Godiuzza, la strada bianca che corre parallela a via Bariglaria e che rappresenterebbe, dopo i lavori, un'ottima alternativa per collegare Beivars a Godia: l'idea è quella di realizzare sulla strada un percorso ciclopedonale, rivolto particolarmente agli alunni delle scuole. Il cronoprogramma per l'esecuzione dell'opera prevede che i lavori vengano eseguiti in 150 giorni, con partenza del cantiere da via Planis (all'innesto su via Renati vicino ai plessi scolastici) alla fine dell'anno scolastico in corso.  L'impegno dell'amministrazione comunale per l'ampliamento della rete di piste ciclabili cittadine ha già visto la realizzazione della ciclopedonale di via Chiusaforte e la sistemazione dei collegamenti ciclopedonali tra le vie Martignacco, Pasolini e Pieri, nonché il completamento della pista ciclabile che da via Longarone va fino in via del Partidor. Per quanto riguarda invece il vecchio ponte di Salt, il cui progetto è seguito direttamente dal Servizio Viabilità di Interesse Regionale e Locale, è previsto un intervento progettuale con un quadro economico di 150 mila euro, che consentirà di ripristinare il collegamento fra la viabilità comunale del Comune di Povoletto e la viabilità ciclabile sulla Fvg 4 in Comune di Udine. Gli interventi principali riguardano la sostituzione delle barriere di protezione sul ponte, la costruzione di una rampa di collegamento fra la viabilità comunale esistente e la vecchia viabilità di collegamento del ponte, la ribitumatura del tratto di pista ciclabile, e la sfrondatura della vegetazione esistente. «Per questo intervento – conclude l'assessore Santoro - è in corso la gara d’appalto con scadenza per la presentazione delle offerte entro questa settimana».