La decisione della giunta

Mobilità sostenibile: 185 mila euro per bonus bici a pedalata assistita

La giunta regionale, su proposta del vice presidente Sergio Bolzonello, ha approvato lo schema delle convenzioni che saranno sottoscritte con le Camere di commercio, alle quali sarà affidata la gestione delle pratiche e l'erogazione dei contributi

Mobilità sostenibile: 185 mila euro per bonus bici a pedalata assistita (© ANSA)

FVG - In Friuli Venezia Giulia sta per tornare il bonus per l'acquisto di biciclette a pedalata assistita. La giunta regionale, su proposta del vice presidente Sergio Bolzonello, ha approvato lo schema delle convenzioni che saranno sottoscritte con le Camere di commercio, alle quali sarà affidata la gestione delle pratiche e l'erogazione dei contributi, che ammontano in totale a 185 mila euro.
Come in passato la misura di sostegno sarà fino al 30% dell'importo pagato per l'acquisto della bicicletta (comprensivo di Iva) fino a un massimo di 200 euro. È stato invece modificato il criterio di distribuzione delle risorse nei diversi territori delle ex province, che non tiene più conto solo del numero dei residenti, ma anche del profilo altimetrico delle aree geografiche.

Come ha evidenziato Bolzonello «prosegue l'impegno della Regione per favorire la mobilità sostenibile, che in questo caso si coniuga con il sostegno alle imprese. I risultati ottenuti in passato sono stati positivi sia per le nostre aziende sia per gli amanti della pedalata, quindi continuiamo a promuovere questo azioni. Inoltre, da ora in poi la ripartizione dei fondi terrà conto anche delle diversità orografiche esistenti in Friuli Venezia Giulia».
In base a quanto previsto, la Regione sosterrà l'acquisto solo di biciclette elettriche a pedalata assistita nuove e dotate di un motore ausiliario avente potenza nominale continua massima di 0,25 Kw, la cui alimentazione è progressivamente ridotta e infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 chilometri orari.

L'approvazione della bozza di convenzione è propedeutica alla sottoscrizione dei documenti con gli enti camerali, prevista nelle prossime settimane, al riparto delle risorse alle singole camere di commercio e all'apertura del nuovo bando.