La novità

I Mercoledì dei Sarpi si sdoppiano: spazio a gusto e musica

Non più solo musica ma anche degustazioni, con quattro serata dal titolo ‘Aspettando Friuli Doc’ a cominciare dal 21 giugno e fino al 12 luglio. La versione classica della festa in programma dal 19 luglio al 30 agosto. Organizzata anche una lotteria

UDINE – I Mercoledì dei Sarpi cambiano veste. Non più solo musica ma anche degustazioni, con quattro serata dal titolo ‘Aspettando Friuli Doc’. Quattro appuntamenti con chioschi, sedute e prelibatezze lungo la via, a cominciare dal 21 giugno e fino al 12 luglio, senza l’intrattenimento fuori dai locali, ma solo con musica di dj all’interno dei bar. I Mercoledì dei Sarpi in versione ‘classica’ torneranno dal 19 luglio al 30 agosto, con sette serate musicali (14 i gruppi partecipanti) che animeranno la via dalle 21 alle 11. Saranno innalzate, inoltre, le misure di sicurezza, che dopo quanto accaduto a Torino per la finale di Champions League, sono diventate più stringenti: niente bicchieri e bottiglie di vetro fuori dai locali, barriere antisfondamento ai lati e all’inizio della via, personale dedicato lungo la strada per monitorare la situazione e far rispettare le regole. Un impegno superiore rispetto al passato e anche per questo più oneroso: ecco perché sarà lanciata una lotteria per raccogliere fondi e garantire un futuro ai Mercoledì dei Sarpi.
L’evento è stato presentato martedì dal titolare del Bar Glass, Rudi Carrara, dal Giulio Bergnach, presidente del Comitato Sarpi e dall’assessore Alessandro Venanzi.

«Dopo 8 anni abbiamo sentito la necessità di cambiare – ha chiarito Giulio Bergnach – e così abbiamo ‘sdoppiato’ l’evento. Parteciperanno 10 locali della via, per dimostrare come il centro della nostra città possa essere vissuto senza il bisogno di frequentare i centri commerciali. In questi anni crediamo di aver fatto qualcosa di importante di Udine, certamente commettendo qualche errore, ma sempre in buona fede, cercando di coniugare le esigenze di residenti con quelle di chi vuole divertirsi». Anche per questo, come già successo in passato, lo stop alla musica sarà dato alle 11. L’assessore Venanzi ha rimarcato come questo evento riesca grazie all’impegno di imprenditori privati, che da otto anni si fanno completamente carico dell’organizzazione. «Quest’anno ci saranno delle novità sul fronte della sicurezza – ha precisato – non si utilizzeranno fuori dai locali né i bicchieri né le bottiglie di vetro, e la zona della festa sarà circoscritta con barriere anti-sfondamento in via Sarpi e in via Valvason. Questo per garantire la tranquillità di tutti». Una prova generale, in questo senso, in vita della Notte bianca e soprattutto di Friuli Doc.

Come detto misure di sicurezza più stringenti  che porteranno a un aumento dei costi. E così gli organizzatori hanno deciso di dar vita a una lotteria per raccogliere fondi. «Da mercoledì i biglietti saranno messi in vendita a 2 euro – chiarisce Carrara – ce ne sono 25 mila a disposizione, con in palio un’automobile come primo premio. L’estrazione avverrà il 4 ottobre. Vogliamo continuare a regalare questa manifestazione alla città e vogliamo che l’evento resti sano, pulito e adatto a tutti, com’è stato fino a oggi».