Polizia

Capannone trasformato in dormitorio abusivo: 18 operai stipati in gravi condizioni igieniche

Gli agenti hanno controllato un capannone ed è emerso che era stato trasformato in un dormitorio, sempre abusivo: erano state ‘create’ delle piccole stanze dove dormivano 18 cittadini cinesi, tutti regolari, che lavorano come operai nella zona

Capannone trasformato in dormitorio abusivo: 18 operai stipati in gravi condizioni igieniche (© AdobeStock | Stefano Neri)

SAN GIOVANNI AL NATISONE - Il capannone era diventato un dormitorio. Abusivo. Stipati all’interno c’erano degli operai cinesi. A trovarli gli agenti di polizia del commissariato di Cividale del Friuli, coadiuvati dalla polizia locale di San Giovanni al Natisone e di Manzano.

I controlli
Nell’ambito di alcuni controlli volti a contrastare il lavoro nero, la contraffazione e l'immigrazione clandestina, lunedì 19 giugno, i poliziotti, assieme all'ispettorato del lavoro, hanno setacciato diversi ambienti di lavoro, tutti gestiti da cittadini cinesi. 

Abusivi
A San Giovanni al Natisone, in una tappezzeria, è stato trovato un lavoratore abusivo per cui procederà l'ispettorato del lavoro. Nel medesimo Comune gli agenti hanno controllato un capannone ed è emerso che era stato trasformato in un dormitorio, sempre abusivo: erano state ‘create’ delle piccole stanze dove dormivano 18 cittadini cinesi, tutti regolari, che lavorano come operai nella zona. E’ quindi scattata la sanzione per la conduttrice dell'immobile, anche lei cinese. Nei prossimi giorni, considerate le gravi condizioni igienico sanitarie, sarà valutato se procedere con lo sgombero dei locali.