Agroalimentare

Bolzonello, Aria di Festa è un biglietto da visita per il Fvg

Il prosciutto di San Daniele rappresenta uno degli elementi di orgoglio del Friuli Venezia Giulia e Aria di Festa sa coniugare l'attrattività di questo con una serie di proposte culturali e di intrattenimento che bene si sposano con l'offerta agroalimentare del territorio

Aria di Festa è un biglietto da visita per il Fvg (© Regione Friuli Venezia Giulia)

SAN DANIELE DEL FRIULI - Il prosciutto di San Daniele rappresenta uno degli elementi di orgoglio del Friuli Venezia Giulia e Aria di Festa sa coniugare l'attrattività di questo con una serie di proposte culturali e di intrattenimento che bene si sposano con l'offerta agroalimentare del territorio. Questi, in sintesi, i contenuti espressi vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, intervenuto assieme all'assessore regionale alle Risorse agricole, Cristiano Shaurli, e al presidente del Consiglio regionale, Franco Iacop, all'apertura della kermesse che fino a domenica attirerà su San Daniele, che per la sua particolare collocazione sulla sommità del colle è definita la perla del Friuli, al centro dell'attenzione di fans e appassionati di paesaggi, sapori, peculiarità anche enogastronomiche e agroalimentari.

 

Occorre considerare, ha aggiunto il vicepresidente, che se, com'è stato reso noto in questi giorni, il Nordest ha trainato la crescita del Pil nazionale, una buona parte di questo trend positivo va attribuita all'agroalimentare, settore che da tempo rappresenta un motivo di orgoglio per il Friuli Venezia Giulia e che ha raggiunto traguardi frutto del saper fare della nostra gente.
Bolzonello ha poi rilevato che gli organizzatori hanno imboccato la strada giusta, volendo coniugare la proposta enogastronomica del territorio con attrattive culturali inserite nell'evento.

Tira dunque una nuova Aria di Festa a San Daniele del Friuli, nella kermesse più importante della località collinare dedicata alla produzione Dop che rappresenta uno dei biglietti da visita di pregio dell'agroalimentare della nostra terra.
Quest'anno, per la 33ma edizione, gli organizzatori hanno voluto rinnovare la formula che aveva comunque attirato nel tempo centinaia di migliaia di appassionati del gusto, tanto che, al posto dei tradizionali stand del Consorzio del prosciutto, ci sono fino a domenica i gazebo gestiti da alcuni dei ristoratori e dei prosciuttifici del Sandanielese.

Aria di Festa, organizzata sempre dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele del Friuli, stavolta si concentrerà in un solo fine settimana ma ha già raggiunto o raggiungerà anche altre città italiane: Verona, Milano, Firenze, Roma e Bari grazie a un Tir attrezzato che costituisce la location per la presentazione del San Daniele nelle piazze italiane.