L'intervento

FI: Piccin, accertare responsabilità su moria di trote a Flambro

"Visto che la giunta regionale esercita la vigilanza sull'Etp e che la problematica riportata è di rilevante interesse per l'ecosistema regionale, l'ambiente, il mondo della pesca sportiva, degli allevatori e dell'intera collettività, oltre che per l'economia regionale chiedo all'esecutivo regionale come intenda procedere e se abbia accertato eventuali responsabilità"

FI: Piccin, accertare responsabilità su moria di trote a Flambro (© Adobe Stock)

UDINE - «L'amministrazione regionale ha accertato eventuali responsabilità, anche per negligenza, in seguito alla moria di trote marmorate nell'allevamento di Flambro, che hanno determinato un danno economico all'Ente Tutela Pesca e ai pescatori?». A porre il quesito è la consigliera regionale di Forza Italia Mara Piccin che ha presentato un'interrogazione a risposta immediata sul tema alla Giunta.

La stessa Piccin aveva già presentato un'interrogazione in materia lo scorso 26 aprile che, però, a oggi non è ancora stata evasa. «Come si apprende dalla stampa - rileva Piccin - in seguito alla moria di trote marmorate nell'allevamento di Flambro dell'Etp, è stato presentato un esposto da parte di un consigliere del Cda dello stesso Ente alla Corte dei Conti per danno erariale stimato in un milione di euro. Una segnalazione che rischia di esporre gli attori coinvolti, tra cui l'Etp, a un danno economico e di immagine imminente».

«Il caso presenta anche alcuni lati poco chiari, vista la discrepanza tra i dati riportati dall'allora presidente dell'Etp, che riferisce di una perdita di sole sei tonnellate di pesci, mentre il consigliere denuncia la perdita di ben venti tonnellate di trote. Numeri comunque importanti e fortemente impattanti per l'allevamento di Flambro». "Visto che la giunta regionale esercita la vigilanza sull'Etp e che la problematica riportata è di rilevante interesse per l'ecosistema regionale, l'ambiente, il mondo della pesca sportiva, degli allevatori e dell'intera collettività, oltre che per l'economia regionale - conclude Piccin - chiedo all'esecutivo regionale come intenda procedere e se abbia accertato eventuali responsabilità».