Cronaca nera

Omicidio-suicidio al comando di polizia locale: ucciso un agente friulano

La tragedia a San Donato Milanese alla periferia sud di Milano poco dopo le 15. Un agente è entrato nell'ufficio del vice comandante e lo ha freddato con un colpo di pistola al petto. Subito dopo si è sparato alla testa

Il friulano Massimo Iussa è stato ucciso questo pomeriggio al comando della polizia locale di San Donato Milanese (© Facebook)

MILANO - Ha colpito il suo superiore con un colpo di pistola al petto, poi si è tolto la vita. Tragedia al comando della polizia locale di San Donato Milanese alla periferia sud di Milano. Come riporta La Repubblica un agente della polizia locale, questo pomeriggio attorno alle 15, ha sparato al vice comandante uccidendolo con un colpo di pistola. Subito dopo si è ammazzato sparandosi alla testa.

A sparare è stato Massimo Schipa, 52 anni di Lecce, mentre il vice comandante si chiamava Massimo Iussa, aveva 49 anni ed era originario di Gemona del Friuli (aveva vissuto anche a Enemonzo, in Carnia), ma residente a Lodi. Sul posto sono intervenuti il 118, la Polizia e i Carabinieri di San Donato. Entrambi i vigili erano stati portati in gravissime condizioni al Policlinico, ma per loro non c'è stato nulla da fare. All'origine del gesto - secondo le prime indagini affidate ai carabinieri - ci sarebbe stata una lite per motivi di lavoro.