20 luglio 2019
Aggiornato 10:00
In Carnia

Scivola per 60 metri andando alla cappella votiva di Cercivento

Ferrita una donna di 69 anni originaria del posto, ma residente a Modena. E' stata recuperata dai volontari del Cnsas. Ha riportato diverse escoriazioni e qualche contusione, ma fortunatamente, vista l'entità della caduta, nessuna frattura.
Scivola per 60 metri andando alla cappella votiva di Cercivento
Scivola per 60 metri andando alla cappella votiva di Cercivento

CERCIVENTO - Sei tecnici del Soccorso Alpino di Forni Avoltri sono stati impegnati domenica pomeriggio fino alle 17 circa nel recupero di una donna scivolata lungo un pendio non lontano dalla strada che conduce al Monte Tenchia, in Comune di Cercivento. La donna, A.D.R., di anni 69, originaria del posto, ma residente a Modena, si stava recando a piedi alla cappella votiva detta Maine di Cercivento in compagnia del marito lungo il sentiero che a quota 949 si stacca dalla strada carrozzabile.

Dopo aver percorso un breve tratto è scivolata ruzzolando per una sessantina di metri lungo il pendio boschivo per fermarsi sul bordo del ruscello sottostante. Il marito è riuscito a raggiungerla per cercare di aiutarla a risalire in autonomia invano. A quel punto la coppia ha deciso di chiedere aiuto allertando il Nue 112. I soccorritori si sono calati fin sul fondo del dirupo, hanno stabilizzato e imbarellato la donna e l'hanno issata fin sul sentiero con l'impiego di corde e con il metodo del contrappeso. La donna è stata poi condotta fin sulla strada dove ad attenderla c'era l'ambulanza.

A un primo esame pare aver riportato diverse escoriazioni e qualche contusione, ma fortunatamente, vista l'entità della caduta, nessuna frattura. Sul posto anche i Vigili del Fuoco e i tecnici di soccorso della Guardia di Finanza di Tolmezzo.