21 luglio 2017
Aggiornato 06:30
Dati Mibact

Fvg tra le regioni più dinamiche per aumento di visitatori in musei e aree archeologiche

In Friuli Venezia Giulia + 23,35% di visitatori e + 10,66% di incassi. La soddisfazione di Serracchiani: "C'è spazio per crescere ancora, ad esempio facendo sempre più sistema tra le competenze della Regione e i beni culturali che sono in capo allo Stato"

Fvg tra le regioni più dinamiche per aumento di visitatori in musei e aree archeologiche (© Regione Friuli Venezia Giulia)

FVG - Crescono i visitatori di musei, monumenti e aree archeologiche statali nel primo semestre del 2017. Secondo il Mibact, sono saliti di oltre il 7% gli ingressi, di più del 17% gli introiti. Com’era prevedibile la parte del leone la fanno luoghi simbolo del Belpaese come il Colosseo, Pompei o gli Uffizi ma uno spazio importante comincia a ritagliarselo anche il Friuli Venezia Giulia.
Tra le regioni più dinamiche per aumento di visitatori si segnalano Liguria (+ 33,5%), Veneto (+ 26,8%) e Friuli Venezia Giulia (+ 23,35% di visitatori e + 10,66% di incassi).

«Sono numeri che leggiamo con soddisfazione, e che - ha indicato la presidente della Regione Debora Serracchiani - vanno di pari passo con i confortanti risultati in ambito turistico. L'aumento dei visitatori nei musei non solo ci fotografa in termini lusinghieri tra le regioni più dinamiche, ma ci dà anche conferme sul tipo di offerta gradita dai residenti e da chi viene da fuori regione: viene privilegiata e premiata la qualità. Una linea sulla quale la Regione ha puntato da tempo - aggiunge la presidente - nella convinzione che la qualità dell'offerta culturale sia uno dei fondamentali aspetti attrattivi del nostro territorio».

Per Serracchiani «c'è spazio per crescere ancora, ad esempio facendo sempre più sistema tra le competenze della Regione e i beni culturali che sono in capo allo Stato. Una via - ha concluso - che stiamo praticando con successo ad Aquileia».