29 maggio 2020
Aggiornato 05:00
Al largo di Grado

Pescatore si ritrova residuato bellico nelle reti

Potrebbe trattarsi di un cannoncino automatico tedesco (modello 2 cm flak 30 /38), risalente alla seconda guerra mondiale
Pescatore si ritrova residuato bellico nelle reti
Pescatore si ritrova residuato bellico nelle reti

GRADO - Un ritrovamento inaspettato è stato fatto nella notte tra martedì e mercoledì da uno dei pescatori di Grado. L'uomo, al largo dell'Isola d'Oro, si è imbattuto in un cannoncino rimasto impigliato nelle reti da pesca. Potrebbe trattarsi di un cannoncino automatico tedesco (modello 2 cm flak 30 /38), risalente alla seconda guerra mondiale. 

Il pescatore ha consegnato l'inatteso reperto alla Capitaneria di Porto di Grado ed è stato informato il Nucleo di tutela del patrimonio dei carabinieri del Friuli Venezia Giulia. Sono in corso le operazioni per datare il cannoncino e capire come sia arrivato al largo di Grado. 

Non è la prima volta che il mare di Grado restituisce reperti e tracce del passato. Qualche mese fa, alcuni pescatori avevano trovato, a circa cinque miglia a sud dal porto di Grado, un'antica ancora romana.