Dal 6 all'11 agosto

Parte la carovana di Microfestival!

Le giornate del festival verranno aperte e chiuse dall’arrivo e dalla partenza dell’unità mobile, un Ape Piaggio, che spostandosi di paese in paese fungerà da palco, tribuna, megafono, scena e retroscena

Parte la carovana di Microfestival! (© Microfestival)

FVG - Un viaggio fra narrazioni, voci e visioni, una carovana - Con il coordinamento artistico di Andrea Collavino, attore-regista-drammaturgo &  Zeroidee  - animata da artisti e abitanti; un festival itinerante transfrontaliero di arte performativa relazionale, per raccontare e dare voce ai territori del paesaggio montano di confine. Tutto questo è Microfestival. L’evento - finanziato da Regione Fvg e Fondazione Friuli, in collaborazione con l’associazione Kobilja glava, l’associazione Topolò-Topoluove, il Circo all'inCirca, Plants prod., Vada-Verein Zur Anregung des dramatischen Appetits - toccherà sei località: Stolvizza (frazione del Comune di Resia), Lusevera (Udine), Lase (frazione del Comune di Drenchia), Volče (Tolmin-Tolmino, Slovenia), Tröpolach (Carinzia), Dordolla (frazione del Comune di Moggio Udinese).

Come funziona
Le giornate del festival verranno aperte e chiuse dall’arrivo e dalla partenza dell’unità mobile, un Ape Piaggio, che spostandosi di paese in paese fungerà da palco, tribuna, megafono, scena e retroscena. Il mezzo simbolo dei territori montano rurali diventerà così il minimo comune denominatore del festival e al contempo la sua minima infrastruttura. Per una settimana, ogni giorno alle 17, arriverà in paese l’Ape che aprirà ufficialmente il festival. Dalle 17.30 alle 22, i gruppi di artisti in residenza saranno chiamati a presentare il proprio lavoro. Dalle 19.30 alle 21 la cena collettiva. Dalle 22 alle 23 musica dal vivo. Il programma-base si ripeterà nelle altre tappe di Microfestival modulandosi di località in località. 

Le residenze artistiche
Durante la settimana che precede Microfestival gli artisti lavorano e vivono nelle località del festival per dare vita a un atto di creazione collettivo in interazione con la gente del posto e con il paesaggio. In ognuno dei sei paesi ciascun gruppo svilupperà un progetto on site da presentare durante il festival. Le creazioni saranno permeate dai luoghi e dalle persone incontrate.