Martedì sera

Serviti in ritardo: minacciano di morte il personale con una motosega

E' successo a Udine, in piazzale Cella, all'osteria Da Pozzo. I protagonisti della vicenda, che ricorda le ambientazioni dei libri di Mauro Corona, due udinesi, denunciati per minaccia aggravata e porto di strumenti atti a offendere

Serviti in ritardo: minacciano di morte il personale con una motosega (© Adobe Stock)

UDINE – Per chi ha letto i libri di Mauro Corona, potrebbe sembrare il riadattamento cinematografico di uno dei suoi romanzi, quando i ‘montanari’ di Erto e Casso, scendendo a valle, complice anche l’elevato consumo di alcol, si facevano notare brandendo le loro motoseghe nei locali pubblici. E invece ci troviamo a Udine, in piazzale Cella, come riportato dal Messaggero Veneto.

Qui due cittadini udinese, un quarantasettenne e un quarantacinquenne, hanno pensato bene di lamentarsi per un presunto ritardo nel servizio dell’osteria Da Pozzo impugnando la motosega e minacciando di morte l’oste. Il fatto è successo martedì sera. Sul posto le volanti della polizia, che hanno denunciato i due uomini per le ipotesi di reato di minaccia aggravata e porto di strumenti atti a offendere: uno per aver acceso e tentato di utilizzare la motosega, l’altro per esserne il proprietario.

Come ha raccontato al Messaggero il titolare del locale, Paolo Genuzio, probabilmente a causa di un ritardo nelle ordinazioni, i due uomini hanno perso la pazienza, cominciando a dare in escandescenze e a pronunciare insulti e minacce di morte. Sono stati allontanati dall’osteria ma poco dopo si sono presentati brandendo la motosega e continuando a minacciare il personale del locale. Per fortuna nessuno si è fatto male, ma l'apprensione di chi si trovava dietro il banco dell'osteria è stata tanta.