Feste e sagre

A Ravascletto è tutto pronto per la 'Fiesta Indifarent'

Domenica 6 agosto aprono i festeggiamenti della festa più «alternativa» del Friuli. La prima festa senza alcol della regione. Ecco cosa vi attende tra specialità culinarie e modi alternativi di bere

A Ravascletto la «Fiesta Indifarent» (© Elena Veselova - shutterstock.com)

RAVASCLETTO - Torna anche quest'anno, domenica 6 agosto, a Zovello di Ravascletto, la 'Fiesta Indifarent' con le specialità della gastronomia carnica abbinate non al solito vino e alla solita birra ma a sciroppi e bevande analcoliche. Grazie alla piccola comunità della Valcalda potrete gustare le specialità della zona come cjarsons, frico, 'mignestra di uardi' e di verdura, 'luiania cul tocj di lavapìts' e dolci di ogni genere da degustare con sciroppi naturali e bevande analcoliche accuratamente selezionati e abbinati dagli esperti di Slow food Carnia e Tarvisiano.

'Fiesta Indifarent', è nata nel 1986 come prima festa senza alcool in Friuli
In italiano significa 'diversa' e 'originale', proprio perché all’insegna della sobrietà e di uno stile di vita impegnato nella protezione e nella promozione della salute, prenderà il via alle 11.30. L’organizzazione della festa, nata per volontà del Club degli alcolisti in trattamento di Ravascletto all’insegna dello slogan «Un paese in cammino per la salute», è sostenuta dalla Parrocchia di Sant’Andrea di Zovello e dall’amministrazione comunale di Ravascletto. Collaborano la Latteria di Enemonzo oltre all’Acat Carnica, rappresentata in particolare dal Club Alcolisti di Lauco che partecipa attivamente alla realizzazione della festa con tutte le proprie famiglie.