La solidarietà

Terremoto: dal sistema delle Bcc Fvg arredi per la scuola Sarnano

Nella sede della Regione a Udine, Giuseppe Graffi Brunoro, presidente della Federazione delle Bcc Fvg ha consegnato a Serracchiani un assegno simbolico del valore di 26 mila euro, cifra che il credito cooperativo destinerà agli arredi del nuovo edificio scolastico

Terremoto: dal sistema delle Bcc Fvg arredi per la scuola Sarnano (© Bcc)

FVG - «Il Friuli Venezia Giulia ha un altissimo senso di solidarietà che dimostra a ogni emergenza e ancor più verso le popolazioni con cui accomuna il tragico lascito del terremoto». Così la presidente della Regione, Debora Serracchiani, ha sottolineato l'alto valore morale oltre che materiale con cui il Credito Cooperativo Fvg ha risposto alla raccolta di fondi per la realizzazione di una scuola dell'infanzia nel comune di Sarnano (Macerata), una delle località colpite dal terremoto del 2016.

Nella sede della Regione a Udine, Giuseppe Graffi Brunoro, presidente della Federazione delle Bcc Fvg ha consegnato a Serracchiani un assegno simbolico del valore di 26 mila euro, cifra che il credito cooperativo destinerà agli arredi della scuola. La Regione è soggetto attuatore dell'iniziativa che rientra nel programma straordinario per la riapertura delle scuole per l'anno scolastico 2017-18, con un costo complessivo dell'intervento di circa 2 milioni di euro. «Il Credito cooperativo Fvg - ha spiegato Graffi Brunoro - ha risposto immediatamente all'appello lanciato dall'Amministrazione regionale e dai Comuni dell'Italia centrale colpiti dal sisma. Dopo aver partecipato attivamente alla raccolta fondi patrocinata da Federcasse che, a livello regionale, ha raggiunto la cifra di 1,4 milioni di euro, si è deciso di partecipare al programma straordinario e sostenere un intervento dedicato alla fornitura degli arredi della scuola di Sarnano».

«In collaborazione con il Cluster Arredo del Friuli Venezia Giulia - ha aggiunto il presidente delle Bcc Fvg - è stata così selezionata un'azienda friulana, operante nella provincia di Udine, che ha presentato la migliore offerta. Sarà la stessa ditta, infine, a realizzare concretamente la fornitura in tempo utile per l'inizio dell'anno scolastico». Durante l'emergenza sismica il Friuli Venezia Giulia è stato impegnato nelle operazioni di soccorso e aiuto alle comunità locali mediante l'intervento diretto della Protezione Civile regionale, accompagnando l'iniziativa da una raccolta fondi per realizzare alcune opere a sostegno dei territori danneggiati.