Premi

Al via il concorso nazionale ‘Coltiviamo Agricoltura Sociale’

Tre premi da 40mila euro ciascuno e altrettante borse di studio. In Friuli Venezia Giulia, 23 aziende interessate. L’obiettivo è quello di incentivare l’agricoltura sociale per favorire e accompagnare lo sviluppo di attività imprenditoriali in grado di coniugare sostenibilità e innovazione

Al via il concorso nazionale ‘Coltiviamo Agricoltura Sociale’ (© Adobe Stock)

FVG - Confagricoltura e ‘Onlus Senior - L’Età della Saggezza’ arricchiscono la dotazione finanziaria del concorso nazionale ‘Coltiviamo Agricoltura Sociale’, giunto alla II edizione e svolto in collaborazione con Rete delle Fattorie Sociali e Intesa Sanpaolo. I premi ai migliori progetti – che andranno presentati da imprenditori agricoli singoli o associati e cooperative sociali, anche attraverso partenariati con altre associazioni - sono passati da 1 a 3 (ognuno da 40 mila euro, per un totale di 120 mila euro in palio).

Lo scopo
L’obiettivo è quello di incentivare l’agricoltura sociale per favorire e accompagnare lo sviluppo di attività imprenditoriali in grado di coniugare sostenibilità e innovazione. Si vogliono affiancare gli imprenditori e le cooperative agricole e sociali per sviluppare le potenzialità dell’agricoltura nell’ambito sociale. L’agricoltura ha bisogno di imprenditori sempre più specializzati e preparati: per questo, oltre al premio in denaro, saranno destinate ai vincitori 3 borse di studio per partecipare al ‘Master di Agricoltura Sociale’ presso l’Università di Roma Tor Vergata. «La nostra Organizzazione professionale - osserva il presidente di Confagricoltura Fvg, Claudio Cressati - crede e sostiene questo nuovo modello di agricoltura produttrice sì di beni tradizionali, ma attenta ai bisogni dei più deboli; un’opportunità per integrare il concetto di welfare, non più solo assistenziale, ma anche partecipato. Nella nostra regione la rete dell’agricoltura sociale è composta da 23 fattorie inserite nell’apposito elenco gestito dall’Ersa e confidiamo, perciò, in una loro partecipazione numerosa».

Scadenze
I progetti che concorrono al premio ‘Coltiviamo Agricoltura Sociale’ possono essere presentati sino al 15 ottobre 2017 e dovranno distinguersi per il carattere innovativo, per la capacità di rispondere a una criticità ben identificata del territorio, nonché per metodi di valutazione e di comunicazione appropriati. Dovranno riguardare i minori e i giovani in situazione di disagio sociale, gli anziani, i disabili, i rifugiati e i richiedenti asilo.

Sono tre le aree in cui si potranno sviluppare le proposte
Potenziamento e sviluppo di servizi socio-educativi e/o socio-assistenziali già esistenti e sperimentazione di nuovi, costruzione di reti e partenariati tra i diversi attori territoriali. Molteplici gli ambiti, che spaziano dall’inserimento di persone con disabilità, all’educazione ambientale e alimentare, fino alla salvaguardia della biodiversità. L’agricoltura, anche quella sociale, può essere una valida risposta a tante esigenze senza trascurare l’aspetto reddituale d’impresa.

Infine
I progetti presentati verranno direttamente inseriti dagli interessati sulla piattaforma Internet dedicata www.coltiviamoagricolturasociale.it; saranno quindi votati dal pubblico attraverso il web. Le 30 proposte che avranno raccolto il maggior gradimento passeranno al vaglio di una Commissione di esperti per la selezione definitiva.