Giovedì pomeriggio

Centinaia di alberi sradicati: Friuli nella morsa del maltempo

Fortissime raffiche di vento hanno causato danni e problemi in molti Comuni, da Udine a Palmanova passando per Fagagna, Cervignano e Lignano. Allagamenti e black out elettrici segnalati. Grande lavoro di Vigili del Fuoco e Pc

Centinaia di alberi sradicati: Friuli nella morsa del maltempo (© G.G)

FVG - L'ondata di maltempo che ha interessato Veneto e Friuli ha provocato danni ingenti, con centinaia di alberi divelti, scoperchiamento di tetti, zone allagate. Una vea e propria tromba d'aria si è scatenata sul centro città verso le 17 di giovedì 10 agosto, con raffiche di vento fortissime e pioggia. In pochi minuti per le strade della città hanno cominciato a volare bidoni dell'immondizia, sedie, tavolini, ombrelli, rami. 

Una decina di minuti che hanno paralizzato il traffico: bloccato l'accesso di piazza primo Maggio provenendo da piazzale Osoppo per la caduta di un grosso albero, danni si sono registrati anche in viale Venezia, via Marco Volpe, piazza Patriarcato. Qui un'auto parcheggiata è stata letteralmente sfondata da un ramo. In molte vie sono stati spazzati via i semafori agli incroci. 

Il maltempo non ha colpito solo la città: danni e allagamenti anche nel Collinare, da Fagagna a Martignacco, rimasti senza luce, a Codroipo, Premariacco, Cervignano del Friuli, Palmanova, Lignano. Nel vicino Veneto trombe d'aria a Jesolo e Bibione, dove i danni sarebbero ingentissimi. Centinaia le chiamate ai Vigili del Fuoco, alla Protezione civile regionale, alla Polizia locale e alle forze dell'ordine. La situazione non è semplice perchè si segnalano centinaia di problemi, piccoli e grandi, un po' lungo tutta la provincia.